"I fiori d'Europa": la street art per l'inclusione sociale

Nell'ottica di promuovere l'inclusione sociale tra i più giovani, la creatività, la coesione e la contaminazione tra culture diverse e forme artistiche atipiche, giovedì 1 ° ottobre 2020 si è tenuto ad Arcugnano in Piazza Rumor il laboratorio artistico di pittura “I fiori di Europa” come attività del progetto STAR.

L'evento ha riscontrato un ottimo successo, con la partecipazione di circa trenta bambini, di età compresa tra i tre ei dieci anni e provenienti da tutte le scuole del Comune, che si sono dilettati con le attività ludiche proposte. A disposizione dei partecipanti al laboratorio, una grande tela orizzontale di 160mq realizzata dall'artista Jerico, filippino d'origine e romano di adozione. Dopo un primo momento di esplorazione della tela, guidati da Jerico i bambini presenti hanno giocato con vivida immaginazione ed hanno poi dipinto utilizzando i colori dell'artista ed i loro corpi per dipingere.

Coinvolti anche gli adulti, dal momento che nell'occasione presenti sono stati inoltre raccolti 27 questionari di indagine cittadina al fine di trovare un'intesa sul luogo in cui realizzare il murales che sarà l'output del progetto STAR.

Al termine dell'evento, la grande tela di Jerico è stata ritagliata in 14 pezzi suddivisi in regalo tra i partner di progetto, il Comune e le sue scuole; mentre sabato 3 ottobre si è poi tenuta l'inaugurazione della mostra temporanea "I fiori di Europa”, Introdotta da un discorso del sindaco di Arcugnano e aperta al pubblico fino al 10 ottobre pv

Una manifestazione unica per celebrare la STreet ARt .. con una tela di 160mq!

I l progetto STAR - STreet ARt, nel cui ambito è stato organizzato l'evento, ha l'intento di promuovere l'amore per l'inclusione e di trasmettere ai più giovani i valori dell'unione e della solidarietà. Co-finanziato dal programma dell'Unione europea “Europa per i cittadini”, il Comune di Arcugnano ne è capofila, accompagnato nel consorzio da organizzazioni e Comuni europei appartenenti a 14 paesi tra cui Albania, Bosnia-Herzegovina, Repubblica Ceca, Francia, Germania , Italia, Kosovo, Lettonia, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovenia e Paesi Bassi. 

Nell'ottica di promuovere l'inclusione sociale tra i più giovani, la creatività, la coesione e la contaminazione tra culture diverse e forme artistiche atipiche, giovedì 1 ° ottobre 2020 si è tenuto ad Arcugnano in Piazza Rumor il laboratorio artistico di pittura “I fiori di Europa” come attività del progetto STAR.

L'evento ha riscontrato un ottimo successo, con la partecipazione di circa trenta bambini, di età compresa tra i tre ei dieci anni e provenienti da tutte le scuole del Comune, che si sono dilettati con le attività ludiche proposte. A disposizione dei partecipanti al laboratorio, una grande tela orizzontale di 160mq realizzata dall'artista Jerico, filippino d'origine e romano di adozione. Dopo un primo momento di esplorazione della tela, guidati da Jerico i bambini presenti hanno giocato con vivida immaginazione ed hanno poi dipinto utilizzando i colori dell'artista ed i loro corpi per dipingere.

Coinvolti anche gli adulti, dal momento che nell'occasione presenti sono stati inoltre raccolti 27 questionari di indagine cittadina al fine di trovare un'intesa sul luogo in cui realizzare il murales che sarà l'output del progetto STAR.

Al termine dell'evento, la grande tela di Jerico è stata ritagliata in 14 pezzi suddivisi in regalo tra i partner di progetto, il Comune e le sue scuole; mentre sabato 3 ottobre si è poi tenuta l'inaugurazione della mostra temporanea "I fiori di Europa”, Introdotta da un discorso del sindaco di Arcugnano e aperta al pubblico fino al 10 ottobre pv

Una manifestazione unica per celebrare la STreet ARt .. con una tela di 160mq!

I l progetto STAR - STreet ARt, nel cui ambito è stato organizzato l'evento, ha l'intento di promuovere l'amore per l'inclusione e di trasmettere ai più giovani i valori dell'unione e della solidarietà. Co-finanziato dal programma dell'Unione europea “Europa per i cittadini”, il Comune di Arcugnano ne è capofila, accompagnato nel consorzio da organizzazioni e Comuni europei appartenenti a 14 paesi tra cui Albania, Bosnia-Herzegovina, Repubblica Ceca, Francia, Germania , Italia, Kosovo, Lettonia, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovenia e Paesi Bassi. 


Un forum per promuovere il turismo regionale in Georgia

Il 21 agosto 2020, il Agenzia per la democrazia locale della Georgia tenuto il Forum del turismo regionale di Racha-Lechkhumi Lower Svaneti ad Ambrolauri, con l'obiettivo di promuovere il turismo e le opportunità agro-turistiche della regione.

Tra gli ospiti presenti al Forum, segnaliamo Danielle Meuwly Direttore regionale dell'Ufficio di cooperazione svizzera nel Caucaso meridionale; Anna Chernyshova, Vice rappresentante residente dell'UNDP in Georgia; Mzia Giorgobiani, Vice Ministro dello sviluppo regionale e delle infrastrutture della Georgia; Giorgi Gonadze, Vice rappresentante statale in carica della regione di Racha-Lechkhumi Lower Svaneti; Dimitri Khorava, Capo del dipartimento investimenti presso il fondo di partenariato; Medea Janiashvili, Vice capo dell'Amministrazione nazionale del turismo della Georgia; David Melua, Direttore Esecutivo dell'Associazione Nazionale dei Governi Locali.

Un Forum per promuovere il turismo e le opportunità agro-turistiche della regione

La prima parte dell'evento è stata dedicata agli interventi del panel, incentrati su il futuro del turismo in Georgia, le principali sfide dopo covid-19 e l'elevato potenziale turistico della regione di Racha-Lechkhumi Lower Svaneti.

La seconda metà del Forum è stata dedicata a mostra-vendita di prodotti realizzati da imprenditori e agricoltori locali, mentre è stato allestito uno spazio dedicato per mettere in mostra le opere di artisti e artigiani locali, il tutto accompagnato dalla musica suonata da gruppi folkloristici locali.

Forum regionale del turismo di Racha-Lechkhumi Lower Svaneti è stato organizzato da LDA Georgia nell'ambito del progetto "Racha-Lechkhumi and lower Svaneti Regional Development Initiative", che è intrapreso nell'ambito del progetto United Nations Development Program (UNDP) "Fostering Regional and Local Development-Phase 2", con il sostegno dell'Agenzia svizzera per la cooperazione allo sviluppo (DSC), della Cooperazione austriaca allo sviluppo (ADC) e del governo della Georgia. 

Il 21 agosto 2020, il Agenzia per la democrazia locale della Georgia tenuto il Forum del turismo regionale di Racha-Lechkhumi Lower Svaneti ad Ambrolauri, con l'obiettivo di promuovere il turismo e le opportunità agro-turistiche della regione.

Tra gli ospiti presenti al Forum, segnaliamo Danielle Meuwly Direttore regionale dell'Ufficio di cooperazione svizzera nel Caucaso meridionale; Anna Chernyshova, Vice rappresentante residente dell'UNDP in Georgia; Mzia Giorgobiani, Vice Ministro dello sviluppo regionale e delle infrastrutture della Georgia; Giorgi Gonadze, Vice rappresentante statale in carica della regione di Racha-Lechkhumi Lower Svaneti; Dimitri Khorava, Capo del dipartimento investimenti presso il fondo di partenariato; Medea Janiashvili, Vice capo dell'Amministrazione nazionale del turismo della Georgia; David Melua, Direttore Esecutivo dell'Associazione Nazionale dei Governi Locali.

Un Forum per promuovere il turismo e le opportunità agro-turistiche della regione

La prima parte dell'evento è stata dedicata agli interventi del panel, incentrati su il futuro del turismo in Georgia, le principali sfide dopo covid-19 e l'elevato potenziale turistico della regione di Racha-Lechkhumi Lower Svaneti.

La seconda metà del Forum è stata dedicata a mostra-vendita di prodotti realizzati da imprenditori e agricoltori locali, mentre è stato allestito uno spazio dedicato per mettere in mostra le opere di artisti e artigiani locali, il tutto accompagnato dalla musica suonata da gruppi folkloristici locali.

Forum regionale del turismo di Racha-Lechkhumi Lower Svaneti è stato organizzato da LDA Georgia nell'ambito del progetto "Racha-Lechkhumi and lower Svaneti Regional Development Initiative", che è intrapreso nell'ambito del progetto United Nations Development Program (UNDP) "Fostering Regional and Local Development-Phase 2", con il sostegno dell'Agenzia svizzera per la cooperazione allo sviluppo (DSC), della Cooperazione austriaca allo sviluppo (ADC) e del governo della Georgia. 


Attività psicomotorie adattate al circo per persone con disabilità! L'esperienza della LDA Tunisia

All'inizio di settembre 2020, Agenzia per la democrazia locale Tunisia ha coordinato una formazione di due settimane sulle attività psicomotorie nell'ambito del progetto Ricomincio Da Te, ovvero “I Start With You” in italiano. Sponsorizzato da Agenzia Italiana per lo Sviluppo Cooperativo e svolto in collaborazione con COPE Italia, Far fronte alla Tunisiae centri di assistenza per persone con disabilità, questo progetto triennale mira a consolidare i diritti delle persone con disabilità in Tunisia e aiutarli ad accedere ai servizi nonché a creare una cultura di inclusione, accettazione e tolleranza.

Gli allenatori erano Esperti del Cirque de Soleil Tommaso Negri e Leonardo Varriale, mentre i partecipanti alla formazione sono stati per lo più professionisti che lavorano in centri di assistenza specializzati, studenti e operatori del settore sportivo e scolastico, appartenenti a fasce di età diverse (dai 20 ai 50 anni) e di diversa età. abilità fisiche (compresi i giocatori della nazionale di calcio e basket; persone con disabilità che erano campioni nel giavellotto, nel lancio del peso o nel lancio del disco; e persone normali che di solito non si esercitano ...).

Nel corso delle due settimane, l'atmosfera di apprendimento è stata dominata da gioia, divertimento, interazione, partecipazione, cooperazione e inclusione, ei partecipanti erano estremamente desiderosi di apprendere i nuovi movimenti e le attività psicomotorie, come adattarli e implementarli contesti e persone differenti. In effetti, l'occasione ha costituito una straordinaria e fortunata scoperta e una piacevole esperienza di apprendimento per tutti, poiché l'adattamento dal circo ha offerto approcci innovativi all'insegnamento che amare la diversità e incoraggiare l'apertura al cambiamento in base alle esigenze e alle capacità degli studenti, mirando anche a coinvolgere, diffondere gioia, aumentare la fiducia in se stessi e valorizzare la partecipazione rispetto alla concorrenza.

Ricomincio da te: un progetto per consolidare i diritti delle persone con disabilità in Tunisia

Sebbene l'inizio dell'allenamento sia stato pieno di incertezze a causa delle difficoltà inaspettate imposte dalla seconda ondata di Covid-19, inoltre, il suo successo è stato assicurato dalla incrollabile devozione del team LDA, dei suoi partner, dei trainer e dei partecipanti: a causa delle limitazioni di viaggio, infatti, i formatori dovevano condurre tutte le attività online, il che era chiaramente eccezionale in quanto queste erano basate su sport e movimenti del corpo che normalmente richiedono la presenza fisica del trainer per garantire la sicurezza dei partecipanti e la loro precisa applicazione le tecniche e le istruzioni. Ciò è stato comunque superato da un forte lavoro di squadra e dalla presenza di sportivi disponibili ed energici tra i partecipanti che volontariamente co-facilitato la formazione e ha assicurato che i partecipanti seguano le istruzioni.

Tutto sommato, il progetto ha offerto un'opportunità d'oro per approfondire ancora di più la comunità tunisina locale ed esplorare i bisogni e le aspirazioni delle persone, proprio come l'ADL Tunisia aspira a fare al centro del suo ambito di intervento. È stata anche un'occasione preziosa per collaborare con centri dedicati e partecipanti energici che ora saranno una risorsa futura per l'organizzazione, poiché la maggior parte di loro dovrebbe prendere parte anche a eventi e attività futuri e contribuire agli sforzi di LDA per creare una potente e autentica piattaforma di comunicazione, inclusione e impegno civico.

Per ulteriori informazioni, contattare ldatunisia@aldaintranet.org.
Goditi tutte le foto dell'evento QUI e QUI!

All'inizio di settembre 2020, Agenzia per la democrazia locale Tunisia ha coordinato una formazione di due settimane sulle attività psicomotorie nell'ambito del progetto Ricomincio Da Te, ovvero “I Start With You” in italiano. Sponsorizzato da Agenzia Italiana per lo Sviluppo Cooperativo e svolto in collaborazione con COPE Italia, Far fronte alla Tunisiae centri di assistenza per persone con disabilità, questo progetto triennale mira a consolidare i diritti delle persone con disabilità in Tunisia e aiutarli ad accedere ai servizi nonché a creare una cultura di inclusione, accettazione e tolleranza.

Gli allenatori erano Esperti del Cirque de Soleil Tommaso Negri e Leonardo Varriale, mentre i partecipanti alla formazione sono stati per lo più professionisti che lavorano in centri di assistenza specializzati, studenti e operatori del settore sportivo e scolastico, appartenenti a fasce di età diverse (dai 20 ai 50 anni) e di diversa età. abilità fisiche (compresi i giocatori della nazionale di calcio e basket; persone con disabilità che erano campioni nel giavellotto, nel lancio del peso o nel lancio del disco; e persone normali che di solito non si esercitano ...).

Nel corso delle due settimane, l'atmosfera di apprendimento è stata dominata da gioia, divertimento, interazione, partecipazione, cooperazione e inclusione, ei partecipanti erano estremamente desiderosi di apprendere i nuovi movimenti e le attività psicomotorie, come adattarli e implementarli contesti e persone differenti. In effetti, l'occasione ha costituito una straordinaria e fortunata scoperta e una piacevole esperienza di apprendimento per tutti, poiché l'adattamento dal circo ha offerto approcci innovativi all'insegnamento che amare la diversità e incoraggiare l'apertura al cambiamento in base alle esigenze e alle capacità degli studenti, mirando anche a coinvolgere, diffondere gioia, aumentare la fiducia in se stessi e valorizzare la partecipazione rispetto alla concorrenza.

Ricomincio da te: un progetto per consolidare i diritti delle persone con disabilità in Tunisia

Sebbene l'inizio dell'allenamento sia stato pieno di incertezze a causa delle difficoltà inaspettate imposte dalla seconda ondata di Covid-19, inoltre, il suo successo è stato assicurato dalla incrollabile devozione del team LDA, dei suoi partner, dei trainer e dei partecipanti: a causa delle limitazioni di viaggio, infatti, i formatori dovevano condurre tutte le attività online, il che era chiaramente eccezionale in quanto queste erano basate su sport e movimenti del corpo che normalmente richiedono la presenza fisica del trainer per garantire la sicurezza dei partecipanti e la loro precisa applicazione le tecniche e le istruzioni. Ciò è stato comunque superato da un forte lavoro di squadra e dalla presenza di sportivi disponibili ed energici tra i partecipanti che volontariamente co-facilitato la formazione e ha assicurato che i partecipanti seguano le istruzioni.

Tutto sommato, il progetto ha offerto un'opportunità d'oro per approfondire ancora di più la comunità tunisina locale ed esplorare i bisogni e le aspirazioni delle persone, proprio come l'ADL Tunisia aspira a fare al centro del suo ambito di intervento. È stata anche un'occasione preziosa per collaborare con centri dedicati e partecipanti energici che ora saranno una risorsa futura per l'organizzazione, poiché la maggior parte di loro dovrebbe prendere parte anche a eventi e attività futuri e contribuire agli sforzi di LDA per creare una potente e autentica piattaforma di comunicazione, inclusione e impegno civico.

Per ulteriori informazioni, contattare ldatunisia@aldaintranet.org.
Goditi tutte le foto dell'evento QUI e QUI!


Ottieni l'iscrizione gratuita ad ALDA - Un bando per i comuni

Nei suoi 20 anni di attività, ALDA - l'Associazione Europea di Democrazia Locale ha sostenuto strenuamente il buon governo e rafforzato le comunità locali in tutta Europa e nei paesi vicini condividendo le migliori pratiche al fine di incoraggiare un approccio resiliente alle nuove sfide. In questi tempi senza precedenti, costernati dalla pandemia di Covid-19, siamo tutti consapevoli che le autorità locali devono affrontare sfide significative. Per questo e in linea con la sua mission, ALDA vuole offrire tutto ciò che è in suo potere per sostenere e assistere i comuni particolarmente colpiti, e condividere nuovi strumenti per vincere queste sfide oltre che rispondere efficacemente alle esigenze delle loro comunità.

 CHIAMATA PER I PARTECIPANTI: al fine di supportare le Autorità Locali fortemente colpite dalla crisi del Covid-19, ALDA sta selezionando un gruppo di 30 comuni, non ancora membri, che stanno creando impatto nelle comunità gravemente colpite e fornendo servizi alle persone che sono state toccate negativamente.

ALDA offrirà ai candidati selezionati un abbonamento gratuito di un anno che consentirà ai Comuni di accedere a una serie di servizi per assistere i nuovi membri nel processo di recupero con informazioni ad hoc su specifici programmi di finanziamento, opportunità di formazione e capacity building gratuite, inviti ad eventi e occasioni di networking.

I BENEFICI DI ALDA PER I MEMBRI: essere un membro di ALDA offre già normalmente una serie di opportunità come scambio di informazioni, partecipazione a eventi internazionali, opportunità di adesione Consorzi UE e progetti transnazionali, assistenza nella ricerca del corretto opportunità di finanziamento (monitoriamo regolarmente 400 programmi di finanziamento pubblici e privati), ricerca partner internazionali, e visibilità e promozione delle attività del membro all'interno della nostra rete.

"Un anno di iscrizione gratuita per i comuni più colpiti dalla pandemia"

Oltre a ciò, ALDA ha lanciato alcune nuove attività specifiche per i membri per celebrare il suo 20 ° anniversario:

  1. Il ALDATalks, webinar mensili su uno specifico argomento di interesse che coinvolgono i membri dell'Associazione in qualità di relatori, con la possibilità di presentare i loro progetti;
  2. Due corsi di formazione gratuiti all'anno, compresa una presentazione delle principali opportunità di finanziamento per il nuovo periodo di programmazione (2021-2027) e nuovi strumenti per affrontare le conseguenze del covid-19;
  3. Visibilità settimanale sui nostri social media a uno dei nostri membri;
  4. Prossimamente: un nuovo dedicato sezione per i membri all'interno del nostro sito web.

Vuoi unirti a noi gratuitamente e ricevere il supporto della nostra grande rete?

COME CANDIDARSI: i comuni che intendono candidarsi al presente bando sono pregati di compilare il modulo online entro il 31 ottobre 2020includendo informazioni precise in merito a:

  • numero di abitanti
  • numero di persone infette
  • numero di decessi correlati a covid-19
  • principali settori interessati (istruzione, turismo, agricoltura, industria ...)

Vi sarà inoltre richiesto di caricare un file di testo che descriva almeno un esempio di buona pratica che il Comune ha messo in atto per contenere e far fronte alla pandemia e gli effetti sociali e medici della stessa - evidenziando, se possibile, la collaborazione che è stata instaurata con la società civile locale.

Sii uno di quei 30 e approfitta dei vantaggi dell'abbonamento ad ALDA… contattaci entro il 31 ottobre 2020!

Nei suoi 20 anni di attività, ALDA - l'Associazione Europea di Democrazia Locale ha sostenuto strenuamente il buon governo e rafforzato le comunità locali in tutta Europa e nei paesi vicini condividendo le migliori pratiche al fine di incoraggiare un approccio resiliente alle nuove sfide. In questi tempi senza precedenti, costernati dalla pandemia di Covid-19, siamo tutti consapevoli che le autorità locali devono affrontare sfide significative. Per questo e in linea con la sua mission, ALDA vuole offrire tutto ciò che è in suo potere per sostenere e assistere i comuni particolarmente colpiti, e condividere nuovi strumenti per vincere queste sfide oltre che rispondere efficacemente alle esigenze delle loro comunità.

 CHIAMATA PER I PARTECIPANTI: al fine di supportare le Autorità Locali fortemente colpite dalla crisi del Covid-19, ALDA sta selezionando un gruppo di 30 comuni, non ancora membri, che stanno creando impatto nelle comunità gravemente colpite e fornendo servizi alle persone che sono state toccate negativamente.

ALDA offrirà ai candidati selezionati un abbonamento gratuito di un anno che consentirà ai Comuni di accedere a una serie di servizi per assistere i nuovi membri nel processo di recupero con informazioni ad hoc su specifici programmi di finanziamento, opportunità di formazione e capacity building gratuite, inviti ad eventi e occasioni di networking.

I BENEFICI DI ALDA PER I MEMBRI: essere un membro di ALDA offre già normalmente una serie di opportunità come scambio di informazioni, partecipazione a eventi internazionali, opportunità di adesione Consorzi UE e progetti transnazionali, assistenza nella ricerca del corretto opportunità di finanziamento (monitoriamo regolarmente 400 programmi di finanziamento pubblici e privati), ricerca partner internazionali, e visibilità e promozione delle attività del membro all'interno della nostra rete.

"Un anno di iscrizione gratuita per i comuni più colpiti dalla pandemia"

Oltre a ciò, ALDA ha lanciato alcune nuove attività specifiche per i membri per celebrare il suo 20 ° anniversario:

  1. Il ALDATalks, webinar mensili su uno specifico argomento di interesse che coinvolgono i membri dell'Associazione in qualità di relatori, con la possibilità di presentare i loro progetti;
  2. Due corsi di formazione gratuiti all'anno, compresa una presentazione delle principali opportunità di finanziamento per il nuovo periodo di programmazione (2021-2027) e nuovi strumenti per affrontare le conseguenze del covid-19;
  3. Visibilità settimanale sui nostri social media a uno dei nostri membri;
  4. Prossimamente: un nuovo dedicato sezione per i membri all'interno del nostro sito web.

Vuoi unirti a noi gratuitamente e ricevere il supporto della nostra grande rete?

COME CANDIDARSI: i comuni che intendono candidarsi al presente bando sono pregati di compilare il modulo online entro il 31 ottobre 2020includendo informazioni precise in merito a:

  • numero di abitanti
  • numero di persone infette
  • numero di decessi correlati a covid-19
  • principali settori interessati (istruzione, turismo, agricoltura, industria ...)

Vi sarà inoltre richiesto di caricare un file di testo che descriva almeno un esempio di buona pratica che il Comune ha messo in atto per contenere e far fronte alla pandemia e gli effetti sociali e medici della stessa - evidenziando, se possibile, la collaborazione che è stata instaurata con la società civile locale.

Sii uno di quei 30 e approfitta dei vantaggi dell'abbonamento ad ALDA… contattaci entro il 31 ottobre 2020!


I punti salienti di EPIC da ALDA Talk 2.1

Riceviamo e condividiamo le seguenti notizie dal progetto EPIC:

Il 22 settembre alcuni dei partner EPIC, Solidaridad Sin Fronteras, ALDA e kitev, si è iscritto per la prima sessione di una nuova edizione del Colloqui di ALDA condividere con il pubblico di cosa tratta il progetto EPIC e quali iniziative di integrazione i diversi partner stanno portando avanti nei loro territori.

Dolinda Cavallo, project manager di ALDA e coordinatore del progetto di EPIC, ha iniziato a presentare il progetto, evidenziando le nostre parole chiave: cooperazione tra autorità locali (LA) e ONG.

Partendo da una serie di attività di ricerca (sondaggi, interviste, focus group e ricerche documentarie) sull'integrazione dei migranti nelle 8 città coperte da EPIC, il progetto identificherà aree tematiche prioritarie dove i partner scambieranno conoscenze ed esperienze attraverso attività di job shadowing per , in seguito, poter testare nuovi servizi locali per l'integrazione dei migranti.

Irene Soria, project manager di Solidaridad Sin Fronteras (SSF) a Madrid, ha presentato il modello di cooperazione che la sua ONG ha con il comune di Alcorcon, una città nel sud di Madrid dove 11% dei cittadini provengono da un contesto migratorio. Tra un gran numero di progetti in corso (prima accoglienza e consulenza legale, supporto sociale e sanitario, ecc.), SSF e il comune di Alcorcon hanno collaborato per creare un protocollo di cooperazione nel campo dell'accesso al lavoro per i migranti.

Un totale di 1.300 utenti ne hanno già beneficiato di questa iniziativa che forniscono supporto sia individuale che di gruppo attraverso interventi individuali, workshop, stage, capacity building, inserimento lavorativo o supporto psicologico. Fanno un monitoraggio di chiusura di ogni beneficiario e ogni 2 mesi, SSF invia un rapporto agli assistenti sociali. Il sistema di coordinamento tra il comune e la SSF (gruppo di lavoro sull'occupazione con riunioni regolari, chiamate, interazione online, rapporti di monitoraggio, ecc.) È stato fondamentale per garantire il successo di questa collaborazione congiunta. Ora altri comuni di Madrid chiedono di replicare questo modello nel loro territorio.

Gianna Gardeweg dall'organizzazione kitev di Oberhausen ha poi condiviso le iniziative socio culturali che stanno realizzando per rivitalizzare l'area e cambiare la narrativa sulla migrazione attraverso scambi culturali.

'Chi costruisce, cambia. E chissà che possa cambiare qualcosa diventa protagonista di una comunità attiva'

Con sede nella vecchia torre dell'acqua presso la stazione ferroviaria centrale di Oberhausen, kitev lavora con altri artisti in tutta Europa per trasformare l'area in un quartiere vivace usando arte e cultura. A seguito di una ristrutturazione, in gran parte dettata dalla stessa associazione, la torre ospita eventi, laboratori e spazi di lavoro per creativi provenienti da tutta Europa. Nel lavoro di kitev, la partecipazione è un principio cruciale e la cultura è una dimensione fondamentale dello sviluppo sostenibile.

Recentemente, kitev ha testato metodi di lavoro collaborativi. Uno di questi è la Libera Università che hanno iniziato due anni e mezzo fa. A seguito di consultazioni con i vicini di Oberhausen, kitev ha lanciato questa iniziativa che attualmente comprende 20 corsi incentrati sulla partecipazione, affrontando le esigenze dal basso e il feedback ricevuto dai cittadini locali.

Il loro obiettivo principale è responsabilizzare le persone, creare nuove storie da condividere con tutti coloro che vivono insieme in città e per cambiare percezioni sbagliate e stereotipi sulla migrazione. Il loro motto: 'Chi costruisce, cambia. E chissà che possa cambiare qualcosa diventa protagonista di una comunità attiva'.

Guarda la notizia originale qui ed esplora il sito web di EPIC!

Riceviamo e condividiamo le seguenti notizie dal progetto EPIC:

Il 22 settembre alcuni dei partner EPIC, Solidaridad Sin Fronteras, ALDA e kitev, si è iscritto per la prima sessione di una nuova edizione del Colloqui di ALDA condividere con il pubblico di cosa tratta il progetto EPIC e quali iniziative di integrazione i diversi partner stanno portando avanti nei loro territori.

Dolinda Cavallo, project manager di ALDA e coordinatore del progetto di EPIC, ha iniziato a presentare il progetto, evidenziando le nostre parole chiave: cooperazione tra autorità locali (LA) e ONG.

Partendo da una serie di attività di ricerca (sondaggi, interviste, focus group e ricerche documentarie) sull'integrazione dei migranti nelle 8 città coperte da EPIC, il progetto identificherà aree tematiche prioritarie dove i partner scambieranno conoscenze ed esperienze attraverso attività di job shadowing per , in seguito, poter testare nuovi servizi locali per l'integrazione dei migranti.

Irene Soria, project manager di Solidaridad Sin Fronteras (SSF) a Madrid, ha presentato il modello di cooperazione che la sua ONG ha con il comune di Alcorcon, una città nel sud di Madrid dove 11% dei cittadini provengono da un contesto migratorio. Tra un gran numero di progetti in corso (prima accoglienza e consulenza legale, supporto sociale e sanitario, ecc.), SSF e il comune di Alcorcon hanno collaborato per creare un protocollo di cooperazione nel campo dell'accesso al lavoro per i migranti.

Un totale di 1.300 utenti ne hanno già beneficiato di questa iniziativa che forniscono supporto sia individuale che di gruppo attraverso interventi individuali, workshop, stage, capacity building, inserimento lavorativo o supporto psicologico. Fanno un monitoraggio di chiusura di ogni beneficiario e ogni 2 mesi, SSF invia un rapporto agli assistenti sociali. Il sistema di coordinamento tra il comune e la SSF (gruppo di lavoro sull'occupazione con riunioni regolari, chiamate, interazione online, rapporti di monitoraggio, ecc.) È stato fondamentale per garantire il successo di questa collaborazione congiunta. Ora altri comuni di Madrid chiedono di replicare questo modello nel loro territorio.

Gianna Gardeweg dall'organizzazione kitev di Oberhausen ha poi condiviso le iniziative socio culturali che stanno realizzando per rivitalizzare l'area e cambiare la narrativa sulla migrazione attraverso scambi culturali.

'Chi costruisce, cambia. E chissà che possa cambiare qualcosa diventa protagonista di una comunità attiva'

Con sede nella vecchia torre dell'acqua presso la stazione ferroviaria centrale di Oberhausen, kitev lavora con altri artisti in tutta Europa per trasformare l'area in un quartiere vivace usando arte e cultura. A seguito di una ristrutturazione, in gran parte dettata dalla stessa associazione, la torre ospita eventi, laboratori e spazi di lavoro per creativi provenienti da tutta Europa. Nel lavoro di kitev, la partecipazione è un principio cruciale e la cultura è una dimensione fondamentale dello sviluppo sostenibile.

Recentemente, kitev ha testato metodi di lavoro collaborativi. Uno di questi è la Libera Università che hanno iniziato due anni e mezzo fa. A seguito di consultazioni con i vicini di Oberhausen, kitev ha lanciato questa iniziativa che attualmente comprende 20 corsi incentrati sulla partecipazione, affrontando le esigenze dal basso e il feedback ricevuto dai cittadini locali.

Il loro obiettivo principale è responsabilizzare le persone, creare nuove storie da condividere con tutti coloro che vivono insieme in città e per cambiare percezioni sbagliate e stereotipi sulla migrazione. Il loro motto: 'Chi costruisce, cambia. E chissà che possa cambiare qualcosa diventa protagonista di una comunità attiva'.

Guarda la notizia originale qui ed esplora il sito web di EPIC!


Un'Europa solidale deve essere "una comunità di comunità"

PROPRIO ORA: crederemo tutti insieme nel nostro progetto comune europeo che deve dimostrare la sua capacità di superare la crisi sanitaria ed economica.

 

In questi giorni difficili, tutti i nostri pensieri vanno a tutte le persone che soffrono e alle famiglie delle vittime, troppe. Il nostro lutto è infinito e lo teniamo nel nostro cuore. Ringraziamo tutti coloro che ogni giorno lavorano con dedizione per curare i malati e coloro che fanno circolare il flusso delle merci per il bene delle famiglie europee.

In questo periodo ci sono state azioni di solidarietà e mutuo sostegno tra gli Stati membri, oltre che da parte delle istituzioni europee. Anche questo deve essere ricordato forte e chiaro. Questa solidarietà è stata espressa anche in tutto il mondo, con il sostegno proveniente da tutto il mondo soprattutto all'Italia, fortemente colpita dalla crisi. Questo è un segnale molto incoraggiante che ci guiderà anche in futuro.

Leggi l'intera dichiarazione qui

PROPRIO ORA: crederemo tutti insieme nel nostro progetto comune europeo che deve dimostrare la sua capacità di superare la crisi sanitaria ed economica.

 

In questi giorni difficili, tutti i nostri pensieri vanno a tutte le persone che soffrono e alle famiglie delle vittime, troppe. Il nostro lutto è infinito e lo teniamo nel nostro cuore. Ringraziamo tutti coloro che ogni giorno lavorano con dedizione per curare i malati e coloro che fanno circolare il flusso delle merci per il bene delle famiglie europee.

In questo periodo ci sono state azioni di solidarietà e mutuo sostegno tra gli Stati membri, oltre che da parte delle istituzioni europee. Anche questo deve essere ricordato forte e chiaro. Questa solidarietà è stata espressa anche in tutto il mondo, con il sostegno proveniente da tutto il mondo soprattutto all'Italia, fortemente colpita dalla crisi. Questo è un segnale molto incoraggiante che ci guiderà anche in futuro.

Leggi l'intera dichiarazione Qui.


ALDA al lavoro per costruire più Europa

Dichiarazione del presidente di ALDA Oriano Otočan

 

Oggi celebriamo l'Europa e la dichiarazione Schuman firmata nel 1950. L'Europa è nata con l'obiettivo di creare una comunità di pace, stabilità e prosperità per i suoi cittadini. Oggi, la stessa Europa è colpita dalla crisi economica e migratoria ed è circondata da guerre nelle zone limitrofe. Ma ancora più importante, stiamo assistendo a una crisi dei valori europei.

Abbiamo bisogno di più solidarietà e meno egoismo. Abbiamo bisogno di un'Europa senza frontiere, che offra libera circolazione a persone, merci e idee, che possa soddisfare le esigenze dei suoi cittadini e delle persone nel nostro vicinato. L'Europa dovrebbe anche trovare modi per allargarsi più rapidamente.

Leggi l'intera dichiarazione qui

Dichiarazione del presidente di ALDA Oriano Otočan

 

Oggi celebriamo l'Europa e la dichiarazione Schuman firmata nel 1950. L'Europa è nata con l'obiettivo di creare una comunità di pace, stabilità e prosperità per i suoi cittadini. Oggi, la stessa Europa è colpita dalla crisi economica e migratoria ed è circondata da guerre nelle zone limitrofe. Ma ancora più importante, stiamo assistendo a una crisi dei valori europei.

Abbiamo bisogno di più solidarietà e meno egoismo. Abbiamo bisogno di un'Europa senza frontiere, che offra libera circolazione a persone, merci e idee, che possa soddisfare le esigenze dei suoi cittadini e delle persone nel nostro vicinato. L'Europa dovrebbe anche trovare modi per allargarsi più rapidamente.

Leggi l'intera dichiarazione qui


Nuovo consiglio di amministrazione di ALDA - Il cielo è il limite!

Dichiarazione del presidente di ALDA Oriano Otočan

 

Cari membri, cari amici,

Sono felice e orgoglioso di essere stato rieletto Presidente di ALDA per i prossimi quattro anni. Ringrazio tutti i membri del Consiglio Direttivo del mandato 2012-2016, un incredibile gruppo che è riuscito a sviluppare le attività dell'Associazione al di là di ogni possibile obiettivo.

Alla luce dei fantastici risultati finora raggiunti, non posso non esprimere tutta la mia gioia, speranza ed emozione presiedendo il nuovo Consiglio, che guiderà i lavori di ALDA fino al 2020. I suoi membri sono un vero riflesso dell'anima dell'Associazione - un mix equilibrato di rappresentanti delle autorità locali e della società civile, dell'UE, dell'allargamento e dei paesi vicini, donne e uomini, di tutte le età.

Leggi l'intera dichiarazione qui

Dichiarazione del presidente di ALDA Oriano Otočan

 

Cari membri, cari amici,

Sono felice e orgoglioso di essere stato rieletto Presidente di ALDA per i prossimi quattro anni. Ringrazio tutti i membri del Consiglio Direttivo del mandato 2012-2016, un incredibile gruppo che è riuscito a sviluppare le attività dell'Associazione al di là di ogni possibile obiettivo.

Alla luce dei fantastici risultati finora raggiunti, non posso non esprimere tutta la mia gioia, speranza ed emozione presiedendo il nuovo Consiglio, che guiderà i lavori di ALDA fino al 2020. I suoi membri sono un vero riflesso dell'anima dell'Associazione - un mix equilibrato di rappresentanti delle autorità locali e della società civile, dell'UE, dell'allargamento e dei paesi vicini, donne e uomini, di tutte le età.

Leggi l'intera dichiarazione qui


Non ci sono alternative al progetto europeo

Dichiarazione del presidente di ALDA Oriano Otočan e

Vice Presidente ALDA Alessandro Perelli

 

Oggi è un giorno triste per l'Unione europea. Segna l'inizio di un periodo di incertezza per l'UE, così come per il Regno Unito. Dopo il risultato del referendum che ha deciso che il Regno Unito lascerà l'Unione europea, non possiamo chiudere gli occhi. Molto recentemente e per diversi motivi, abbiamo affrontato la possibilità dell'uscita della Grecia, rischio che è ancora presente.

Nei paesi dell'UE, con poche eccezioni, assistiamo a un crescente sostegno ai movimenti populisti ed euroscettici. Chi ama l'Europa, chi crede nell'Europa, non può limitare la propria azione a una mera difesa tecnica ed economica. Dobbiamo rilanciare il progetto politico del nostro destino comune. Dobbiamo agire in fretta, con lo spirito ei valori dei padri fondatori dell'UE: Adenauer, Churchill, De Gasperi, Monnet, Schuman, Spinelli. Non ci sono alternative al progetto europeo: i nostri cittadini hanno bisogno di più Europa, i nostri Stati membri hanno bisogno di più unità! Il progetto europeo deve essere rilanciato con la creazione degli Stati Uniti d'Europa e la creazione di un vero governo operativo.

Leggi l'intera dichiarazione qui

Dichiarazione del presidente di ALDA Oriano Otočan e

Vice Presidente ALDA Alessandro Perelli

 

Oggi è un giorno triste per l'Unione europea. Segna l'inizio di un periodo di incertezza per l'UE, così come per il Regno Unito. Dopo il risultato del referendum che ha deciso che il Regno Unito lascerà l'Unione europea, non possiamo chiudere gli occhi. Molto recentemente e per diversi motivi, abbiamo affrontato la possibilità dell'uscita della Grecia, rischio che è ancora presente.

Nei paesi dell'UE, con poche eccezioni, assistiamo a un crescente sostegno ai movimenti populisti ed euroscettici. Chi ama l'Europa, chi crede nell'Europa, non può limitare la propria azione a una mera difesa tecnica ed economica. Dobbiamo rilanciare il progetto politico del nostro destino comune. Dobbiamo agire in fretta, con lo spirito ei valori dei padri fondatori dell'UE: Adenauer, Churchill, De Gasperi, Monnet, Schuman, Spinelli. Non ci sono alternative al progetto europeo: i nostri cittadini hanno bisogno di più Europa, i nostri Stati membri hanno bisogno di più unità! Il progetto europeo deve essere rilanciato con la creazione degli Stati Uniti d'Europa e la creazione di un vero governo operativo.

Leggi l'intera dichiarazione qui


Fattori che influenzano la partecipazione: le sfide e le opportunità nei paesi del partenariato orientale

Partecipazione dei cittadini: uno strumento essenziale nella democrazia locale

Chisinau, 16 novembre

 

Antonella Valmorbida,

Segretario generale di ALDA The European Association for Local Democracy

 

1. Fondamento logico

La democrazia locale non è essenzialmente un processo legislativo e istituzionale. Ha il suo ancoraggio nelle elezioni locali, nei processi di decentramento e nella riforma della pubblica amministrazione, ovviamente, ma deve essere accompagnato da una piena comprensione e coinvolgimento dei cittadini che sperimenteranno le leggi e questi processi strutturali e che saranno in grado di utilizzarli ed essere impegnato. Senza cittadini partecipativi e consapevoli, leggi e struttura sono scatole inutili e strumenti non realistici. Per questo motivo, i nostri sforzi nella costruzione di buoni quadri istituzionali devono includere, sin dall'inizio, la sensibilizzazione e le capacità all'interno degli organi eletti e dell'amministrazione e del gruppo della società civile e dei cittadini. I miglioramenti della situazione locale e nazionale saranno i risultati di questo lavoro congiunto.

Leggi l'intera dichiarazione qui

Partecipazione dei cittadini: uno strumento essenziale nella democrazia locale

Chisinau, 16 novembre

 

Antonella Valmorbida,

Segretario generale di ALDA The European Association for Local Democracy

 

1. Fondamento logico

La democrazia locale non è essenzialmente un processo legislativo e istituzionale. Ha il suo ancoraggio nelle elezioni locali, nei processi di decentramento e nella riforma della pubblica amministrazione, ovviamente, ma deve essere accompagnato da una piena comprensione e coinvolgimento dei cittadini che sperimenteranno le leggi e questi processi strutturali e che saranno in grado di utilizzarli ed essere impegnato. Senza cittadini partecipativi e consapevoli, leggi e struttura sono scatole inutili e strumenti non realistici. Per questo motivo, i nostri sforzi nella costruzione di buoni quadri istituzionali devono includere, sin dall'inizio, la sensibilizzazione e le capacità all'interno degli organi eletti e dell'amministrazione e del gruppo della società civile e dei cittadini. I miglioramenti della situazione locale e nazionale saranno i risultati di questo lavoro congiunto.

Leggi l'intera dichiarazione qui