Staff

This is us: commitment, awareness and teamwork. ALDA Staff Meeting 2023

Staff

Starting from the local to promote and encourage democratic development, while placing citizens and members at the center. This was the guiding light for the ALDA Staff Meeting 2023!

Hence, from 24 to 26 January 2023, ALDA colleagues met in Vicenza, for three-days full immersion discussing together the milestone of the Association, getting to know each other better, and strengthening the sense of community.

From North Macedonia to Tunisia, from Belgium to Moldova via France and Italy: our heterogeneous and intercultural team of 50 people seized the occasion to see each other again, and as stressed by Abdelaziz BouslehHead of the Tunis Office “despite the distance, it is the best opportunity to feel the scope of the activities and the crucial effort behind”. Exactly this: behind the scenes, ALDA is more than an Association: it is people, it is ideas and commitment. It is a one single team that shares together values and energy to make a change, to act locally while thinking globally.

Thus, as also recalled by Antonella Valmorbida, our segretario generale, it is about “working in concert with members, with partners to promote a sustainable agenda, which aims to give impetus to initiatives with a broad European, Eastern Neighborhood, Balkan and Mediterranean scope”.


Staff Meeting 2023: working in concert with members, with partners to promote a sustainable agenda


Aiming at engaging in such a wide area represents, to some extent, the expertise of ALDA on decentralised cooperation, while stimulating citizens’ engagement for a sustainable and locally developed democracy. Similarly, being active in different areas allow the Association to continuously implement its mission, starting from the various necessities that each community is facing. Furthermore, thanks to its partnership extended in more than 40 countries, ALDA has been able to empower realities to express themselves and concretize essential projects, encouraging a collaboration with local authorities, as also explained by Maddalena Alberti, from the Association of LDA Zavidovici.

Stimulated by several exchanges with partners and stakeholders, working in unison to put into practice both the guidelines of the European Union and the 17 United Nations Sustainable Development Goals, different Thematic Hubs have been designed to maximize the impact on specific areas: be they – environment, youth, inclusion and gender issues together with migration. The latter was also the core aspect of the speech delivered by Andrea Rilievo, rappresentante del ALDA Governing Board. Thus, the Association not only has already implemented a series of initiatives targeting the phenomenon, but it is also working on a specific agenda, fully dedicated to migration.

To conclude on a positive note, a very first outcome of this new approach based in hubs, is already available: the Gender, Equality and Anti-Discrimination Policy has been released and presented during the staff meeting. ALDA will be in first line to make sure that the policy will be followed, and it will work together with members and stakeholders to further progress on this topic.

We thank every colleague who joined the meeting, together we can reach the impossible! Happy “Staff Meeting 2023” everyone!


PERCEPTIONS

La percezione dell'Europa: voci e aspettative dei migranti

Il 19 e il 20 gennaio si è svolto a Bologna il Simposio finale del progetto “"PERCEPTIONS - Understanding the Impact of Narratives and Perceptions of Europe on Migration and Providing Practices, Tools and Guides for Practitioners".” I partner si sono incontrati per discutere i risultati ottenuti in questi tre anni e mezzo di ricerca e sviluppo sul campo.

L'obiettivo del progetto è stato quello di esaminare come l'Europa e l'Unione europea sono viste dalle persone che vi sono emigrate o che intendono farlo. La ricerca condotta ha analizzato quali percezioni e immagini dell'Europa esistono tra i migranti, i rifugiati e i richiedenti asilo, come si formano, in che misura corrispondono alla realtà e quale ruolo svolgono nell'influenzare le decisioni in materia di migrazione. Il progetto ha anche esaminato come il flusso di informazioni possa essere distorto e ha creato kit di misure creative e innovative per contrastare le informazioni distorte, considerando gli aspetti sociali, societari e strutturali.


L'obiettivo del progetto era quello di indagare le diverse percezioni dell'Europa e i problemi che si verificano quando le aspettative e la realtà non coincidono.


L'evento finale del progetto è stato aperto al pubblico e ha riunito responsabili politici, accademici, agenti delle forze dell'ordine, migranti, richiedenti asilo, ONG, organizzazioni internazionali e organizzazioni della società civile per discutere i risultati del progetto e le future opportunità di ricerca e pratica.

Durante il primo giorno di conferenza i partecipanti hanno avuto la possibilità di condividere le loro prospettive e di sperimentare i materiali e le risorse sviluppate nel corso del progetto. Dopo un'illuminante tavola rotonda sulla conoscenza e sui risultati di Perceptions, il pubblico ha avuto l'opportunità di assistere a una mostra di tappeti R.E.D., che ha incluso una sessione di disegno dal vivo e di lettura di poesie, e che ha concluso la giornata.

Il secondo e ultimo giorno di conferenza, invece, si è concentrato sul futuro di Perceptions, evidenziando come i risultati del progetto aprano la strada a nuove pratiche e opportunità di ricerca da esplorare in futuro.

L'evento si è concluso con i saluti dei membri del team dell'Università di Bologna, ospite dell'evento, e con la proiezione del film "Dystopia". I partecipanti hanno avuto anche la possibilità di prendere parte al "Bologna Migrantour" che si è svolto nel pomeriggio, dopo la fine della conferenza.


SteDe

Erasmus+ Project “STeDe” flagged as good practice at European level

La Master course in Climate Change and Diversity: Sustainable Territorial Development (CCD- STeDe), an Erasmus+ Project, has been complimented for its successful implementation, creating a stable partnership network with real involvement of associated and industrial partners, which was also of a benefit for the students. 

ALDA has been a partner within the Master course CCD- STeDe since 2014, closely collaborating with University of Padova. 

CCD-STeDe is a world leading programme in the field of sustainable territorial development in the context of climate justice. This Master course is aimed at training researchers and professionals to support organisations acting in the territory and to draft sustainable development and climate adaptation policies for economic, social, environmental, international and intercultural management.


STeDe project scored 93/100 in the EACEA evaluation and is riconfirmed as good practice at EU level.


Thanks to its excellent work in the field of sustainable development, the University of Padova managed to influence and be a leader and to address most of the challenges of the European Higher Education Area, as stated by the EACEA.

The Joint master programme has been attractive, not only to the students, but also beneficial for all partners, as it increased their visibility and internationalisation.

What has been appreciated are also the innovative approaches, flexibility and adaptability shown during the pandemic period, in order to efficiently re-adapt the study programme to the sensitive period we lived in, thus showing the consortium a strong commitment toward the students.

This positive evaluation by the EACEA reflects the work and commitment of all partners to this project. 

On these positive notes, the new Erasmus Mundus Joint Master CCD-STeDe has opened the 1st call for applications: this is the only call with the possibility of being selected for an Erasmus Mundus scholarship!

 

The Master has four academic paths to choose from: 

  • Climate change, sustainability and development at Università degli Studi di Padova and Universidad Andina Simón Bolívar – Ecuador
  • Regional and Local Studies at University of Padova and Universidade da Madeira
  • Territorial Management at University of Padova and Université Joseph Ki-Zerbo
  • Environmental Management at University of Padova and University of Johannesburg

 

La deadline for the first round of applications is 10th March 2023.

Read about the programme and apply here


30

1993 – 2023: 30 years of local democracy in the Balkans

2023 certainly begins in a climate of uncertainty due to the economic and geopolitical situation in Europe and in the World. On another note, 2023 also marks an important anniversary for ALDA, the LDAs and the whole network.

It was exactly 30 years ago when it all started, with the establishment of the first LDAs in the Balkans.

Even though ALDA was born at the end of the 90s, our work and commitment started back in 1993, when the first LDAs were created at the initiative of the Council of Europe, with the mission to support civil society and peaceful co-existence in the states of former Yugoslavia in the aftermath of the conflict.

The very first LDA was founded in 1993 in Subotica, in Serbia, with the title di Local Democracy Embassy* (LDE) Subotica, shortly followed by the LDE Osijek, in Croatia, in the same year.

30 years later, the situation has profoundly changed. Year by year, the Local Democracy Agencies proved to be a successful tool and are now a network of 16 LDAs spread in the European Neighbourhood, with 3 Operational Partners (OPs) in Croatia.


It was exactly 30 years ago when it all started, with the establishment of the first LDAs in the Balkans


Thus, together with their mission, also the geographical scope of the LDAs has progressed. Today, LDAs can be found in other countries than the Balkans, but that is where we have preserved, in our everyday activities, the memory and the essence of the long journey we went through.

2023 will thus be marked by a series of events aimed at celebrating the everyday activity of the LDAs and their delegates, the achievements of ALDA and the LDAs through the years.

Public events will be organised throughout the Balkans, where it all started – thus setting a path recalling the milestones of the development of our activity in the Balkans and beyond;

A publication will be released which, in the form of a collection of anecdotes, pictures and testimonies, will recall the history of our first 30 years.

A video-documentary will be produced to revive the most important moments through images of places and people that have marked our history.

The anniversary will then culminate during the Assemblea Generale di ALDA, which will likely take place in June 2023 (more information coming in the following months!) with colleagues, members and delegates together to celebrate and reflect on the future development of the LDAs network.

Then, we will approach the end of the year with a crucial event in Strasbourg, in October 2023, where ALDA and LDAs will be hopefully present at the Congress’ premises.

These are just the milestone of an eventful 2023, with many more initiatives to de disclosed in the following weeks and months, aimed to celebrate our first 30 years of local democracy in the Balkans, from where it all started to the present day… and who knows how many more evolutions lie ahead!

Let the Anniversary begin!

_______

*Only in 1998 the LDAs has started being called as we know them today, switching from Local Democracy Embassies to Local Democracy Agencies.

Link to the LDAs report of activities of all the years


Barcelona

Barcelona awarded as the very first European Capital of Democracy

Innovative projects and initiatives made Barcelona becoming the very first European Capital of Democracy (ECoD), standing on the highest step of the podium before Brussels and Braga.

“Decidim”, the digital citizen participation platform, developed already in 2016; and “Superblock” which aims at transforming daily city life, decreasing the usage of cars caught the attention of the jury, allowing the city to be nominated, in 18 January 2023,  the first winner of this initiative.


"Participation is part of their DNA" - Ms. Valmorbida at the award ceremony in Barcelona


“We loved the projects and were excited to discuss about them all: They aim to include the general population, minority groups, and disadvantaged citizens. It sometimes seems that participation is even part of their DNA. Co-creation, co-production, and inclusion of other sectors are embedded and welcomed by all stakeholders we spoke to” stated Ms. Valmorbida – ALDA Secretary General and ECoD Chair of the Jury.

Barcelona will now deliver a full year programme, from September 2023 to September 2014, to further strengthen democracy in Europe; while other cities can apply to become the next Capital of Democracy

***
Read Ms. Valmorbida full speech here


partner

I membri come partner chiave nell'attuazione della transizione digitale a livello locale

Il Segretario Generale di ALDA, Antonella Valmorbida, è stata a Bruxelles con i colleghi per incontrare il Comune di Etterbeek, al fine di rilanciare la partnership strategica istituita nel 2017 e volta a rafforzare i legami tra l'associazione e il Comune, in particolare nel campo della partecipazione dei cittadini.

Questo incontro è avvenuto in un momento molto opportuno, poiché ALDA ha appena ricevuto la notizia che abbiamo vinto un progetto Erasmus+ in collaborazione con Etterbeek, chiamato MEDIUM (Municipalities Experimenting Digital Innovation, Upskilling and the Metaverse).

L'obiettivo è quello di sostenere la transizione digitale del settore pubblico educando all'uso della realtà virtuale e del metaverso per migliorare l'accessibilità ai servizi pubblici.


ALDA sostiene la transizione digitale a livello locale, attraverso le linee guida dell'UE 


All'incontro erano presenti David Dubois,, capo di gabinetto del sindaco, Marie-Charlotte Heldenbergh, responsabile della partecipazione dei cittadini, e Jean-François Maljean, responsabile dei progetti.

Insieme alla signora Valmorbida, hanno discusso di possibili cooperazioni intorno alle priorità di ALDA 2023, tra cui la collaborazione con le ADL in Ucraina, che sono associazioni registrate a livello locale, che riuniscono autorità locali e OSC, per promuovere progetti di sviluppo sostenibile e buona governance.

A livello locale, sono stati determinanti nell'affrontare le sfide della guerra e nella cooperazione tra la società civile e le municipalità, fornendo una maggiore resilienza.

Allo stesso tempo, ricordando il successo del progetto APProach, la signora Heldenbergh ha sottolineato l'impegno di Etterbeek in termini di partecipazione dei cittadini . Realizzato in collaborazione con ALDA e i partner del consorzio, APProach ha aumentato la partecipazione degli stranieri alla vita locale, garantendo che tutti i cittadini abbiano voce in capitolo nel processo decisionale locale. Considerando che il 49% dei residenti di Etterbeek non sono belgi, questa iniziativa è stata un'azione chiave per l'inclusione dei cittadini mobili dell'UE.

Il team è stato anche molto felice di scoprire il nuovo edificio del comune, per il quale Etterbeek ha ricevuto premi per il successo architettonico; si tratta di un edificio naturale, e una parte di esso è dedicata all'edilizia sociale.

 

Infine, per concludere con una nota positiva l'ordine del giorno della riunione, sono stati discussi altri punti: l'Assemblea generale di ALDA, che si terrà nel giugno 2023 a Bruxelles, e le possibili attività future di sensibilizzazione sulle elezioni del Parlamento europeo. 


volunteer

Diventa volontario con ALDA grazie al progetto "EU LIVES - Leverage for Initiating Volunteering in Europe and Surroundings"

“EU LIVES” project is out! If you are a young enthusiast about Europe, want to do an experience abroad and interested in the work of ALDA, do not miss out: this is your chance to apply for the call and become a civil service volunteer for one year. 

L'obiettivo del progetto è quello di coinvolgere i giovani in percorsi di mobilità che favoriscano la loro crescita personale: da un lato in vista del loro futuro professionale, dall'altro in relazione al loro ruolo di cittadini delle comunità locali e di una più ampia comunità europea. Per questo motivo si sviluppa in Italia, ma anche in altre sedi ALDA nei Paesi europei, ovvero in Francia (Strasburgo), Belgio (Bruxelles) e Macedonia del Nord (Skopje).


Candidatevi entro il 10 febbraio e sfruttate al massimo la vostra esperienza di servizio civile!


I vantaggi del volontariato in ALDA sono molteplici: diventerete cittadini attivi attraverso azioni per la comunità e per il territorio, acquisirete nuove competenze, vi metterete alla prova ed entrerete nel mondo del lavoro. 

Attività: 

  • Ricerca di finanziamenti;
  • Ricerca e monitoraggio di bandi europei e internazionali;
  • Ideazione, sviluppo e scrittura di progetti;
  • Supporto alla gestione dei progetti;
  • Redazione di relazioni, articoli, post sui social media; 
  • Rafforzamento di reti locali e networking;
  • Dialogo e relazione con le istituzioni europee.

È possibile fare domande per uno di questi uffici ALDA: 

  • Bruxelles: 4 persone
  • Strasburgo: 3 persone
  • Skopje: 2 persone 

Cosa serve per candidarsi? Bisogna avere un'età compresa tra i 18 e i 28 anni, risiedere in Italia e possedere lo SPID attivo. Assicuratevi di rispettare la scadenza del 10 febbraio 2023.

***

Link utili:


Schengen

Croazia: dopo Euro e Schengen, la promozione della buona governance locale è ancora più importante

Schengen

Il 2023 segna un anno di svolta per la Croazia: i controlli alle frontiere e il cambio di valuta saranno un ricordo del passato. Il Paese ha festeggiato il nuovo anno con due passi importanti e radicali nell'ambito dell'integrazione europea, entrando a far parte dell'Eurozona e dell'area Schengen.

La Croazia ha aderito all'Unione nel 2013 e da allora ha intrapreso un periodo di riforme per soddisfare il cosiddetto "acquis", una serie di requisiti necessari per accedere pienamente ai due settori sopra citati. Dal 1° gennaio 2023, l'euro è diventato la valuta nazionale, sostituendo così la kuna. Allo stesso tempo, lo stesso giorno le persone potranno viaggiare all'interno dell'area Schengen senza controlli alle frontiere, sperimentando i benefici della libera circolazione: "I croati entrano a far parte di una comunità di 347 milioni di europei che utilizzano l'euro nella loro vita quotidiana. È un risultato importante per la Croazia, un simbolo del suo profondo attaccamento all'UE e un momento simbolico per l'intera area dell'euro"” , ha commentato la Presidente von der Leyen..


La Croazia ha festeggiato il nuovo anno con due passi importanti e radicali nell'ambito dell'integrazione europea, aderendo sia all'Eurozona che all'area Schengen. Eurozone e dell' Schengen area


A proposito di risultati, ALDA sta implementando il "Label europeo di eccellenza nella governance" in Croazia, stimolando le riforme in termini di buon governo e premiando i comuni che hanno portato a termine con successo il programma, stimolando al contempo una conoscenza approfondita del processo democratico tra le autorità locali.

In generale, ALDA si è unita ai festeggiamenti per questi importanti traguardi. Grazie alla presenza di tre partner operativi (PO) con sede in Croazia, che si concentrano sull'aumento della cooperazione transfrontaliera e della consapevolezza dei consumatori, , insieme ai nostri partner croati. ALDA sta lavorando per promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita sociale e nazionale, essendo attori attivi nel quadro generale della democrazia partecipativa.

 

Benvenuti in Croazia per essere parte più vicina e più forte dell'UE!


Swedish

Inizio della presidenza svedese: cosa tenere a mente?

Il nuovo anno è iniziato con la presidenza svedese del Consiglio europeo: la terza e ultima del "Trio". Dopo la Francia e la Repubblica Ceca, la Svezia è ora incaricata di guidare il Consiglio fino a giugno di quest'anno, attuando così il "programma Trio" già concordato e concentrandosi su quattro priorità principali.

Considerando la guerra in corso in Ucraina e le conseguenze in termini di sicurezza delle persone, migrazione e forniture energetiche, "Sicurezza - Unità" rappresenta il primo pilastro su cui si basa l'impegno complessivo della Presidenza. Pertanto, pur sottolineando l'impatto della risposta unitaria all'invasione dell'Ucraina, “"dobbiamo costruire un consenso verso una solida politica europea di sicurezza e di difesa, in stretta collaborazione con i partner".


Presidenza svedese del Consiglio europeo: focus su sicurezza, competitività, energia e democrazia


In una prospettiva più ampia, la “competitività può portare alla necessità di diversificare il mercato, riducendo così la dipendenza da alcuni fornitori, come quelli del settore energetico. A questo proposito, la Presidenza svedese ribadisce gli sforzi per la“ "transizione verde e la transizione energetica", che puntano a un futuro senza fossili, a industrie innovative e a un quadro normativo adeguato.

In una prospettiva più ampia, la competitività può portare alla necessità di diversificare il mercato, riducendo così la dipendenza da alcuni fornitori, come quelli del settore energetico. A questo proposito, la Presidenza svedese ribadisce gli sforzi per la "transizione verde e la transizione energetica", che puntano a un futuro senza fossili, a industrie innovative e a un quadro normativo adeguato.

Infine, come nel caso delle due precedenti presidenze, grande attenzione sarà data alla salvaguardia dei "valori democratici e dello Stato di diritto - il nostro fondamento", in modo da garantire ulteriormente le libertà individuali e la non discriminazione.

Con grande entusiasmo, ALDA accoglie questa nuova presidenza, ribadendo la volontà di collaborare con i cittadini e le istituzioni, di rafforzare i valori europei e il ruolo dell'Unione come attore globale e di attuare il programma della presidenza svedese.

 

***
ALDA da il Benvenuto alla Presidenza francese del Consiglio dell’Unione Europea

Presidenza Ceca del Consiglio europeo: Benvenuta!


Heard

È tempo di #sentire: l'opinione dei cittadini sulla democrazia e il COVID-19

Heard

In che misura la crisi COVID-19 ha influito sul dibattito democratico, sul godimento dei diritti fondamentali e sul lavoro e la vita delle donne attraverso la prospettiva di genere? Ha influenzato la vita delle persone in molti modi e si è manifestata in molte forme indesiderate, ha causato molte morti, ha avuto un impatto sull'economia globale e sull'occupazione, senza parlare della qualità della vita nella società.

Per questo motivo, il 16 novembre 2022, ALDA e il Comune di Vimercate (IT) hanno partecipato all'incontro di avvio di un nuovo progetto CERV chiamato HEARD, che affronta proprio i temi sopra citati.


L'opinione dei cittadini sull'effetto del COVID-19 sulla democrazia: partecipa alle indagini "HEARD


In quest'ottica, è necessario coinvolgere i cittadini, permettendo loro di esprimersi su questi temi, favorendo un <strong approccio dal basso verso l'alto. Per questo motivo, ALDA e Vimercate hanno creato 3 sondaggi per scoprire come la crisi del COVID-19 ha influito:

  • Il dibattito democratico,
  • Il godimento dei diritti fondamentali,
  • L'equilibrio tra lavoro e vita delle donne

Volete esprimere le vostre opinioni ed essere coinvolti direttamente in un progetto del CERV? Questa è l'occasione giusta! I sondaggi richiederanno solo un paio di minuti per essere completati, ma saranno fondamentali per l'analisi del fenomeno e per il proseguimento delle attività del progetto. [Nota bene: poiché ogni partner si occupa di aree geografiche specifiche, i seguenti si concentrano solo su persone che vivono nell'area settentrionale dell'Italia].

Ecco i link per completare i sondaggi (in italiano): Sondaggio 1: https://forms.office.com/e/aeDzWP5EwS - Sondaggio 2: https://forms.office.com/e/Ecm4NPuQgS - Sondaggio 3: https://forms.office.com/e/Z18KUnmAwP

 

Se non siete italiani ma siete comunque interessati a conoscere meglio il progetto, le sue attività e i suoi risultati seguiteci su: 🌐 https://heard-project.eu/

📷 heard_euproject

ⓕ HEARDeuproject