Riceviamo e condividiamo le seguenti notizie dal progetto EPIC:

Il 22 settembre alcuni dei partner EPIC, Solidaridad Sin Fronteras, ALDA e kitev, joined for the 1st session of a new edition of the ALDA Talks to share with the audience what the EPIC project is about and what integration initiatives the different partners are carrying out in their territories.

Dolinda Cavallo, project manager di ALDA e coordinatore del progetto di EPIC, ha iniziato a presentare il progetto, highlighting our keywords: cooperation among local authorities (LA) and NGOs.

Partendo da una serie di attività di ricerca (sondaggi, interviste, focus group e ricerche documentarie) sull'integrazione dei migranti nelle 8 città coperte da EPIC, il progetto identificherà aree tematiche prioritarie dove i partner scambieranno conoscenze ed esperienze attraverso attività di job shadowing per , in seguito, poter testare nuovi servizi locali per l'integrazione dei migranti.

Irene Soria, project manager di Solidaridad Sin Fronteras (SSF) a Madrid, ha presentato il modello di cooperazione che la sua ONG ha con il comune di Alcorcon, una città nel sud di Madrid dove 11% dei cittadini provengono da un contesto migratorio. Tra un gran numero di progetti in corso (prima accoglienza e consulenza legale, supporto sociale e sanitario, ecc.), SSF e il comune di Alcorcon hanno collaborato per creare un protocollo di cooperazione nel campo dell'accesso al lavoro per i migranti.

A total of 1,300 users have already benefited of this initiative that provide both individual and group support through individual intervention, workshops, internships, capacity building, job placement, or psychological support. They do a closing monitoring of each beneficiary and every 2 months, SSF sends a report to the social workers. The coordination system between the municipality and SSF (employment workgroup with regular meetings, calls, online interaction, monitoring reports, etc.) has been key to ensure the success of this joint collaboration. Now other municipalities in Madrid are asking to replicate this model in their territory.

Gianna Gardeweg dall'organizzazione kitev di Oberhausen ha poi condiviso le iniziative socio culturali che stanno realizzando per rivitalizzare l'area e cambiare la narrativa sulla migrazione attraverso scambi culturali.

Con sede nella vecchia torre dell'acqua presso la stazione ferroviaria centrale di Oberhausen, kitev lavora con altri artisti in tutta Europa per trasformare l'area in un quartiere vivace usando arte e cultura. A seguito di una ristrutturazione, in gran parte dettata dalla stessa associazione, la torre ospita eventi, laboratori e spazi di lavoro per creativi provenienti da tutta Europa. Nel lavoro di kitev, la partecipazione è un principio cruciale e la cultura è una dimensione fondamentale dello sviluppo sostenibile.

Recentemente, kitev ha testato metodi di lavoro collaborativi. Uno di questi è la Libera Università che hanno iniziato due anni e mezzo fa. A seguito di consultazioni con i vicini di Oberhausen, kitev ha lanciato questa iniziativa che attualmente comprende 20 corsi incentrati sulla partecipazione, affrontando le esigenze dal basso e il feedback ricevuto dai cittadini locali.

Their main objective is to empower people, create new stories to be shared with all the live together in the city and to change wrong perceptions and stereotypes about migration. Their motto: ‘Chi costruisce, cambia. E chissà che possa cambiare qualcosa diventa protagonista di una comunità attiva'.

Guarda la notizia originale qui ed esplora il sito web di EPIC!

Riceviamo e condividiamo le seguenti notizie dal progetto EPIC:

Il 22 settembre alcuni dei partner EPIC, Solidaridad Sin Fronteras, ALDA e kitev, joined for the 1st session of a new edition of the ALDA Talks to share with the audience what the EPIC project is about and what integration initiatives the different partners are carrying out in their territories.

Dolinda Cavallo, project manager di ALDA e coordinatore del progetto di EPIC, ha iniziato a presentare il progetto, highlighting our keywords: cooperation among local authorities (LA) and NGOs.

Partendo da una serie di attività di ricerca (sondaggi, interviste, focus group e ricerche documentarie) sull'integrazione dei migranti nelle 8 città coperte da EPIC, il progetto identificherà aree tematiche prioritarie dove i partner scambieranno conoscenze ed esperienze attraverso attività di job shadowing per , in seguito, poter testare nuovi servizi locali per l'integrazione dei migranti.

Irene Soria, project manager di Solidaridad Sin Fronteras (SSF) a Madrid, ha presentato il modello di cooperazione che la sua ONG ha con il comune di Alcorcon, una città nel sud di Madrid dove 11% dei cittadini provengono da un contesto migratorio. Tra un gran numero di progetti in corso (prima accoglienza e consulenza legale, supporto sociale e sanitario, ecc.), SSF e il comune di Alcorcon hanno collaborato per creare un protocollo di cooperazione nel campo dell'accesso al lavoro per i migranti.

A total of 1,300 users have already benefited of this initiative that provide both individual and group support through individual intervention, workshops, internships, capacity building, job placement, or psychological support. They do a closing monitoring of each beneficiary and every 2 months, SSF sends a report to the social workers. The coordination system between the municipality and SSF (employment workgroup with regular meetings, calls, online interaction, monitoring reports, etc.) has been key to ensure the success of this joint collaboration. Now other municipalities in Madrid are asking to replicate this model in their territory.

Gianna Gardeweg dall'organizzazione kitev di Oberhausen ha poi condiviso le iniziative socio culturali che stanno realizzando per rivitalizzare l'area e cambiare la narrativa sulla migrazione attraverso scambi culturali.

Con sede nella vecchia torre dell'acqua presso la stazione ferroviaria centrale di Oberhausen, kitev lavora con altri artisti in tutta Europa per trasformare l'area in un quartiere vivace usando arte e cultura. A seguito di una ristrutturazione, in gran parte dettata dalla stessa associazione, la torre ospita eventi, laboratori e spazi di lavoro per creativi provenienti da tutta Europa. Nel lavoro di kitev, la partecipazione è un principio cruciale e la cultura è una dimensione fondamentale dello sviluppo sostenibile.

Recentemente, kitev ha testato metodi di lavoro collaborativi. Uno di questi è la Libera Università che hanno iniziato due anni e mezzo fa. A seguito di consultazioni con i vicini di Oberhausen, kitev ha lanciato questa iniziativa che attualmente comprende 20 corsi incentrati sulla partecipazione, affrontando le esigenze dal basso e il feedback ricevuto dai cittadini locali.

Their main objective is to empower people, create new stories to be shared with all the live together in the city and to change wrong perceptions and stereotypes about migration. Their motto: ‘Chi costruisce, cambia. E chissà che possa cambiare qualcosa diventa protagonista di una comunità attiva'.

Guarda la notizia originale qui ed esplora il sito web di EPIC!