Mercoledì 7 ottobre 2020 si è svolta la conferenza finale del progetto “Consentire alle autorità locali e alla società civile di fornire soluzioni con democrazia partecipativa", Organizzato a Bruxelles e trasmesso in streaming online per tutti i partecipanti.

Officially kicked-off in April 2019 and carried out thanks to the support of the Konrad Adenauer Stiftung (KAS) programme, il progetto mirava a rafforzare le autorità locali in Ucraina e Moldova, consentendo loro di identificare e fornire soluzioni utilizzando metodologie partecipative, coinvolgendo così l'intera comunità nei processi decisionali.
Nonostante la natura ibrida dell'evento, con relatori e partecipanti sia online che in presenza, la conferenza ha goduto di una grande vivacità e di un alto livello di interazione. In un primo momento, l'evento è stato introdotto da Denis Schrey, Capo del dialogo sulla politica di sviluppo multinazionale (KAS) e Oriano Otočan, Presidente di ALDA. Questa è stata seguita da tre presentazioni condotte da Antonella Valmorbida, Segretario generale di ALDA, David Mathews, Presidente e CEO della Kettering Foundation (USA) e Alexandru Coica, Project and Area Manager di ALDA.
Durante il suo discorso, la sig.ra Valmorbida non solo ha descritto i principali risultati e le esperienze nelle quattro città target, vale a dire Dnipro e Mariupol in Ucraina, Cimislia e Comrat in Moldova. Soprattutto, ha presentato i punti salienti e i principali risultati del progetto: a published book, titled “Participatory Democracy in Moldova and Ukraine – Empowering authorities and civil society to deliver solutions at the local level”. The book presents the research, the tools and the practical recommendations for local development and it is intended to be a guide and a source of inspiration for all communities interested in embarking in such a participatory journey, aimed at finding pragmatic and shared solutions to local issues.
Successivamente la parola è stata data a Borys Albertovich Filatov, sindaco di Dnipro e a Sergiu Andronachi, sindaco di Cimislia, che ha condiviso le proprie esperienze dal basso sull'applicazione di metodi innovativi di coinvolgimento dei cittadini. Successivamente, la prospettiva è passata da una prospettiva locale a una più ampia, grazie al contributo di Mathieu Bousquet, Head of Unit DG NEAR. The conference ended with a debate on recommendations to improve the effectiveness of local participative democracy, moderated by Alexandru Coica, and led by Daniela Morari, Ambasciatore e capo della missione della Repubblica di Moldova presso l'UE.
Tutto sommato, i risultati positivi del progetto hanno reso chiaro l'immenso potenziale di tali processi in termini di problem solving, empowerment sociale e sviluppo economico, poiché generano nuove energie, idee e contribuiscono a combattere il senso di frustrazione e la fuga di cervelli nei paesi.
In virtù di ciò, anche se questa è stata l'ultima conferenza, sospettiamo che le azioni per promuovere la democrazia partecipativa in Ucraina e Moldova non si fermeranno qui. Restate sintonizzati per scoprire tutti i follow-up di questo fantastico progetto!

Mercoledì 7 ottobre 2020 si è svolta la conferenza finale del progetto “Consentire alle autorità locali e alla società civile di fornire soluzioni con democrazia partecipativa", Organizzato a Bruxelles e trasmesso in streaming online per tutti i partecipanti.

Officially kicked-off in April 2019 and carried out thanks to the support of the Konrad Adenauer Stiftung (KAS) programme, il progetto mirava a rafforzare le autorità locali in Ucraina e Moldova, consentendo loro di identificare e fornire soluzioni utilizzando metodologie partecipative, coinvolgendo così l'intera comunità nei processi decisionali.
Nonostante la natura ibrida dell'evento, con relatori e partecipanti sia online che in presenza, la conferenza ha goduto di una grande vivacità e di un alto livello di interazione. In un primo momento, l'evento è stato introdotto da Denis Schrey, Capo del dialogo sulla politica di sviluppo multinazionale (KAS) e Oriano Otočan, Presidente di ALDA. Questa è stata seguita da tre presentazioni condotte da Antonella Valmorbida, Segretario generale di ALDA, David Mathews, Presidente e CEO della Kettering Foundation (USA) e Alexandru Coica, Project and Area Manager di ALDA.
Durante il suo discorso, la sig.ra Valmorbida non solo ha descritto i principali risultati e le esperienze nelle quattro città target, vale a dire Dnipro e Mariupol in Ucraina, Cimislia e Comrat in Moldova. Soprattutto, ha presentato i punti salienti e i principali risultati del progetto: a published book, titled “Participatory Democracy in Moldova and Ukraine – Empowering authorities and civil society to deliver solutions at the local level”. The book presents the research, the tools and the practical recommendations for local development and it is intended to be a guide and a source of inspiration for all communities interested in embarking in such a participatory journey, aimed at finding pragmatic and shared solutions to local issues.
Successivamente la parola è stata data a Borys Albertovich Filatov, sindaco di Dnipro e a Sergiu Andronachi, sindaco di Cimislia, che ha condiviso le proprie esperienze dal basso sull'applicazione di metodi innovativi di coinvolgimento dei cittadini. Successivamente, la prospettiva è passata da una prospettiva locale a una più ampia, grazie al contributo di Mathieu Bousquet, Head of Unit DG NEAR. The conference ended with a debate on recommendations to improve the effectiveness of local participative democracy, moderated by Alexandru Coica, and led by Daniela Morari, Ambasciatore e capo della missione della Repubblica di Moldova presso l'UE.
Tutto sommato, i risultati positivi del progetto hanno reso chiaro l'immenso potenziale di tali processi in termini di problem solving, empowerment sociale e sviluppo economico, poiché generano nuove energie, idee e contribuiscono a combattere il senso di frustrazione e la fuga di cervelli nei paesi.
In virtù di ciò, anche se questa è stata l'ultima conferenza, sospettiamo che le azioni per promuovere la democrazia partecipativa in Ucraina e Moldova non si fermeranno qui. Restate sintonizzati per scoprire tutti i follow-up di questo fantastico progetto!