Come tutti abbiamo sperimentato, il 2020 è stato un anno di grandi sfide, che ha - in una certa misura - messo alla prova le nostre abitudini, i metodi e i modi di vita fondamentali. La pandemia COVID-19 ha provocato, e continua a provocare, momenti di dolore e tristezza. Eppure, può anche servire come occasione per fermarsi a riflettere su come ricostruire la nostra società, in modo che nessuno rimanga indietro.

In quest'ottica, le giornate virtuali della società civile del CESE del 2021 acquistano un'importanza significativa nel riunire i cittadini europei, le organizzazioni della società civile e le istituzioni europee per discutere del nostro futuro.

Al fine di raggiungere una ripresa sostenibile per il futuro dei cittadini europei , le transizioni ecologiche e digitali devono essere garantite, senza perdere i nostri valori chiave - siano essi solidarietà, rispetto dei diritti umani, giustizia sociale, uguaglianza e democrazia.

Come ricostruire la nostra società, in modo che nessuno venga lasciato indietro

In occasione delle Giornate della società civile del CESE, che si svolgeranno la prima settimana di marzo - dall'1 al 5 - sono stati organizzati diversi workshop su temi chiave: dall'attivismo giovanile, al Green Deal, e dall'economia sociale alla democrazia sostenibile multilaterale.

Durante il primo workshop online, il segretario generale di ALDA, Antonella Valmorbida, parteciperà all'evento dal titolo "Promuovere la democrazia a diversi livelli e nell'era digitale", insieme ad altri esperti e professionisti, come Ken Godfrey, direttore esecutivo di EPD; Esther Nass, direttore degli affari UE, Civocracy; e Cristian Pîrvulescu, presidente del gruppo FRRL, Comitato economico e sociale europeo

Per saperne di più controlla la pagina web delle Giornate della società civile e il programma del workshop o guarda il video di lancio

Per registrarsi completare il modulo

Come tutti abbiamo sperimentato, il 2020 è stato un anno di grandi sfide, che ha - in una certa misura - messo alla prova le nostre abitudini, i metodi e i modi di vita fondamentali. La pandemia COVID-19 ha provocato, e continua a provocare, momenti di dolore e tristezza. Eppure, può anche servire come occasione per fermarsi a riflettere su come ricostruire la nostra società, in modo che nessuno rimanga indietro.

In quest'ottica, le giornate virtuali della società civile del CESE del 2021 acquistano un'importanza significativa nel riunire i cittadini europei, le organizzazioni della società civile e le istituzioni europee per discutere del nostro futuro.

Al fine di raggiungere una ripresa sostenibile per il futuro dei cittadini europei , le transizioni ecologiche e digitali devono essere garantite, senza perdere i nostri valori chiave - siano essi solidarietà, rispetto dei diritti umani, giustizia sociale, uguaglianza e democrazia.

Come ricostruire la nostra società, in modo che nessuno venga lasciato indietro

In occasione delle Giornate della società civile del CESE, che si svolgeranno la prima settimana di marzo - dall'1 al 5 - sono stati organizzati diversi workshop su temi chiave: dall'attivismo giovanile, al Green Deal, e dall'economia sociale alla democrazia sostenibile multilaterale.

Durante il primo workshop online, il segretario generale di ALDA, Antonella Valmorbida, parteciperà all'evento dal titolo "Promuovere la democrazia a diversi livelli e nell'era digitale", insieme ad altri esperti e professionisti, come Ken Godfrey, direttore esecutivo di EPD; Esther Nass, direttore degli affari UE, Civocracy; e Cristian Pîrvulescu, presidente del gruppo FRRL, Comitato economico e sociale europeo

Per saperne di più controlla la pagina web delle Giornate della società civile e il programma del workshop o guarda il video di lancio

Per registrarsi completare il modulo