ALDA è uno dei partner del progetto MIICTServizi abilitati dalle TIC per la migrazione , che ha recentemente pubblicato il libro bianco congiunto sulle politiche migratorie"Verso l'integrazione dei migranti grazie alle ICT"Il documento, recentemente pubblicato, è stato scritto dai sei progetti finanziati dall'UE: MIICT, REBUILD, NADINE, MICADO, EASYRIGHTS e WELCOME che mirano a una migliore integrazione dei migranti e dei rifugiati nelle società europee, sviluppando soluzioni e strumenti basati sulle ICT per l'attuazione delle politiche di inclusione da parte delle amministrazioni pubbliche e della società civile.

Il documento è il risultato delle tavole rotonde congiunte sulle politiche migratorie, organizzate tra i sei progetti, che si sono svolte dal 14 al 16 ottobre 2021. L'idea della tavola rotonda era di riflettere e rispondere su come integrare meglio i migranti nelle società europee utilizzando soluzioni TIC.

Gli strumenti ICT e la digitalizzazione dei servizi pubblici legati al settore della migrazione potrebbero facilitare l'integrazione dei migranti nelle società che li ospitano.

Pertanto, questo documento identifica diverse priorità e definisce raccomandazioni specifiche riguardanti la co-creazione e la progettazione partecipativa, la collaborazione tra più parti interessate e gli strumenti TIC e i servizi digitali per sostenere l'integrazione.

La Commissione europea considera il Libro bianco sulla politica migratoria comune come un importante input strategico per migliorare l'integrazione di migranti e rifugiati. Infatti, gli strumenti TIC e la digitalizzazione dei servizi pubblici relativi al settore della migrazione potrebbero facilitare l'integrazione dei migranti nelle società che li ospitano.

Quali sono i prossimi passi? La Commissione europea prenderà in considerazione le raccomandazioni del Joint Migration Policy Paper nel processo decisionale della politica di governo digitale dell'UE nel settore della migrazione. Infatti, nel Piano d'azione sull'integrazione e l'inclusione 2021-2027, la Commissione europea ha annunciato che lavorerà su un piano d'azione inclusivo di e-government dell'UE, promuovendo servizi pubblici digitali human-centric per i cittadini, compresi i migranti.

Essere coinvolti nel progetto MIICT sottolinea l'impegno che ALDA ha nel promuovere l'inclusione sociale lavorando per la diminuzione della discriminazione.

ALDA è uno dei partner del progetto MIICTServizi abilitati dalle TIC per la migrazione , che ha recentemente pubblicato il libro bianco congiunto sulle politiche migratorie"Verso l'integrazione dei migranti grazie alle ICT". The paper – recently published has been written by six EU-funded projects MIICT, REBUILD, NADINE, MICADO, EASYRIGHTS e WELCOME che mirano a una migliore integrazione dei migranti e dei rifugiati nelle società europee, sviluppando soluzioni e strumenti basati sulle ICT per l'attuazione delle politiche di inclusione da parte delle amministrazioni pubbliche e della società civile.

Il documento è il risultato delle tavole rotonde congiunte sulle politiche migratorie, organizzate tra i sei progetti, che si sono svolte dal 14 al 16 ottobre 2021. L'idea della tavola rotonda era di riflettere e rispondere su come integrare meglio i migranti nelle società europee utilizzando soluzioni TIC.

Gli strumenti ICT e la digitalizzazione dei servizi pubblici legati al settore della migrazione potrebbero facilitare l'integrazione dei migranti nelle società che li ospitano.

Pertanto, questo documento identifica diverse priorità e definisce raccomandazioni specifiche riguardanti la co-creazione e la progettazione partecipativa, la collaborazione tra più parti interessate e gli strumenti TIC e i servizi digitali per sostenere l'integrazione.

La Commissione europea considera il Libro bianco sulla politica migratoria comune come un importante input strategico per migliorare l'integrazione di migranti e rifugiati. Infatti, gli strumenti TIC e la digitalizzazione dei servizi pubblici relativi al settore della migrazione potrebbero facilitare l'integrazione dei migranti nelle società che li ospitano.

Quali sono i prossimi passi? La Commissione europea prenderà in considerazione le raccomandazioni del Joint Migration Policy Paper nel processo decisionale della politica di governo digitale dell'UE nel settore della migrazione. Infatti, nel Piano d'azione sull'integrazione e l'inclusione 2021-2027, la Commissione europea ha annunciato che lavorerà su un piano d'azione inclusivo di e-government dell'UE, promuovendo servizi pubblici digitali human-centric per i cittadini, compresi i migranti.

Essere coinvolti nel progetto MIICT sottolinea l'impegno che ALDA ha nel promuovere l'inclusione sociale lavorando per la diminuzione della discriminazione.