Nell'ambito del progetto "Empowerment giovanile per la democrazia locale in Tunisia"(Autonomisation de la jeunesse pour construire une Démocratie locale en Tunisie) è stata organizzata una serie di tre formazioni in diverse città della Tunisia.

Il primo si è svolto dall'8 al 12 febbraio a Tabarka, nel governatorato di Jendouba, mentre il secondo dal 15 al 19 ad Hammamet. In entrambi i casi due gruppi di 20 persone si sono riuniti per partecipare alle attività, e in particolare per quello di Hammamet, i partecipanti provenivano dalle città di Ezzahra e Bardo. L'idea era di aiutarli a familiarizzare con diversi strumenti come il design-thinking, lo sviluppo di progetti, la mobilitazione dei cittadini e le tecniche di advocacy. Infine, il terzo è stato organizzato a Mehdia, dal 22 al 26 febbraio.

Ci sono molte questioni in gioco nella partecipazione dei giovani cittadini a livello locale

ALDA ha avuto un ruolo di supporto nella realizzazione di queste formazioni e nella condivisione delle sue conoscenze e competenze tecniche, anche alla luce dell'SDG numero 11 delle Nazioni Unite su "Città e comunità sostenibili". Infine, le formazioni sono state organizzate insieme al leader del progettoTamkeen For Development", un'associazione che sta lavorando per la creazione di una società civile dove i giovani e le donne saranno in grado di liberarsi finanziariamente e partecipare attivamente al ciclo economico.

 

Da un punto di vista generale, l'obiettivo generale del progetto è quello di stimolare lo sviluppo delle capacità giovanili in modo che le giovani generazioni siano in grado di prendere parte ai processi decisionali a livello locale. Infatti, ci sono molte questioni in gioco nella partecipazione dei giovani cittadini a livello locale. Queste includono il coinvolgimento dei giovani cittadini nello sviluppo del loro ambiente di vita e nella gestione sostenibile delle comunità locali.

Così, da questo progetto ci si aspettano tre risultati principali. A partire dall'identificazione dei bisogni delle comunità fino all'analisi dei bilanci partecipativi dei comuni sotto forma di audit sociale. Infine, i partecipanti saranno in grado di essere più reattivi alle esigenze delle comunità attraverso l'unità di innovazione sociale creata in ogni comune e di diffondere i principi di trasparenza, responsabilità e affidabilità .

Nell'ambito del progetto "Empowerment giovanile per la democrazia locale in Tunisia"(Autonomisation de la jeunesse pour construire une Démocratie locale en Tunisie) è stata organizzata una serie di tre formazioni in diverse città della Tunisia.

Il primo si è svolto dall'8 al 12 febbraio a Tabarka, nel governatorato di Jendouba, mentre il secondo dal 15 al 19 ad Hammamet. In entrambi i casi due gruppi di 20 persone si sono riuniti per partecipare alle attività, e in particolare per quello di Hammamet, i partecipanti provenivano dalle città di Ezzahra e Bardo. L'idea era di aiutarli a familiarizzare con diversi strumenti come il design-thinking, lo sviluppo di progetti, la mobilitazione dei cittadini e le tecniche di advocacy. Infine, il terzo è stato organizzato a Mehdia, dal 22 al 26 febbraio.

Ci sono molte questioni in gioco nella partecipazione dei giovani cittadini a livello locale

ALDA ha avuto un ruolo di supporto nella realizzazione di queste formazioni e nella condivisione delle sue conoscenze e competenze tecniche, anche alla luce dell'SDG numero 11 delle Nazioni Unite su "Città e comunità sostenibili". Infine, le formazioni sono state organizzate insieme al leader del progettoTamkeen For Development", un'associazione che sta lavorando per la creazione di una società civile dove i giovani e le donne saranno in grado di liberarsi finanziariamente e partecipare attivamente al ciclo economico.

 

Da un punto di vista generale, l'obiettivo generale del progetto è quello di stimolare lo sviluppo delle capacità giovanili in modo che le giovani generazioni siano in grado di prendere parte ai processi decisionali a livello locale. Infatti, ci sono molte questioni in gioco nella partecipazione dei giovani cittadini a livello locale. Queste includono il coinvolgimento dei giovani cittadini nello sviluppo del loro ambiente di vita e nella gestione sostenibile delle comunità locali.

Così, da questo progetto ci si aspettano tre risultati principali. A partire dall'identificazione dei bisogni delle comunità fino all'analisi dei bilanci partecipativi dei comuni sotto forma di audit sociale. Infine, i partecipanti saranno in grado di essere più reattivi alle esigenze delle comunità attraverso l'unità di innovazione sociale creata in ogni comune e di diffondere i principi di trasparenza, responsabilità e affidabilità .