Cerimonia di firma della Magna Charta per una Lega Internazionale delle Città Democratiche

Il 24 settembre 2022, la Segretaria Generale di ALDA, Antonella Valmorbida, ha partecipato al Global Forum on Modern Direct Democracy, nella città di Lucerna, in Svizzera. Essendo il più grande incontro dedicato alla democrazia diretta a livello mondiale, il forum ha accolto partecipanti provenienti da ambienti accademici, politici e dalla società civile.

Da un punto di vista generale, l'obiettivo dell'iniziativa è quello di riunire persone con esperienze e background diversi, in modo da dare agli attivisti e alle organizzazioni l'opportunità di condividere le proprie conoscenze e di entrare in contatto con altri che lavorano sugli stessi temi. Questo forum nasce dal fatto che oggi la democrazia è messa in discussione a tutti i livelli politici, sia nel mondo che nel Paese che ospita il Global Forum di quest'anno, la Svizzera.

Il Forum è stato coordinato da un consorzio internazionale sotto la guida della Fondazione Svizzera per la Democrazia, presieduta da Adrian Schmid, e di Democracy International, dove la Global Manager for PR & Community Building Caroline Vernaillen ha riunito i fili di tutto il mondo.

In questo contesto, la Segretaria Generale di ALDA ha preso la parola durante la tavola rotonda conclusiva su come salvare la democrazia, presentata da Swiss Info Channel. L'attenzione di questo panel si è concentrata sulle grandi sfide e crisi che la democrazia sta affrontando in quest'epoca, come l'autoritarismo, le fake news, le pandemie e la guerra; particolare rilevanza è stata data alla necessità di una profonda inclusione, resilienza e una democrazia giusta.

Come ogni anno, anche il GFMDD 22 si è concluso con una dichiarazione finale redatta e adottata dai partecipanti, che riassume il contenuto della conferenza e definisce le proposte per un'ulteriore cooperazione.


La Segretaria Generale Valmorbida ha firmato la Magna Charta del Forum Globale sulla Democrazia Diretta Moderna a nome di ALDA, con il mandato del Consiglio Direttivo


La prima bozza del documento è stata sviluppata e concordata in occasione del Forum globale sulla democrazia diretta moderna del 2018 a Roma, con il forte sostegno del Parlamento di quella città e dei rappresentanti delle città di tutto il mondo. Da allora, è stata oggetto di un'ampia discussione a livello globale. Nella sua versione attuale, la Magna Charta identifica 20 diverse dimensioni della democrazia a livello locale, in modo che i cittadini e le istituzioni urbane possano farsi un'idea della posizione delle proprie città in termini di sviluppo della democrazia.

Durante l'ultimo giorno del Forum si è svolta la cerimonia di firma della Magna Charta per una Lega Internazionale delle Città Democratiche. La Carta impegna i firmatari ad attuare politiche di coinvolgimento dei cittadini a livello locale.

 

***
Oltre ad ALDA che ha firmato la Magna Charta, hanno aderito anche i rappresentanti di 6 città: Valongo (PT), Nancy (F), Losanna (CH), León (ES), Amsterdam (NL), Bucarest (RO) e di organizzazioni e progetti di rete come le Città Unite e i Governi Locali (UCLG) e la Capitale Europea della Democrazia (ECoD), dove Antonella Valmorbida è presidente della giuria di esperti.

 

🇦🇲 Read the news in Armenian

🇬🇪 Read the news in Georgian

🇷🇴 Read the news in Romanian

🇺🇦 Read the news in Ukrainian