A metà luglio 2022, Vinnytsia ha subito un tremendo attacco missilistico che ha ucciso 21 persone, tra cui 3 bambini. Si tratta dell'ennesimo attacco brutale a una nazione che sta soffrendo senza sosta dal febbraio 2022. Va da sé che ALDA ha espresso la propria solidarietà a tutti coloro che vivono in Ucraina. In un tweet, Antonella Valmorbida, Segretario generale di ALDA, ha ribadito la posizione di ALDA nei confronti della guerra contro l'Ucraina, sottolineando il continuo sostegno di ALDA alla popolazione ucraina e ribadendo la volontà di istituire una nuova Agenzia della democrazia locale a Vinnytsia.


Fin dall'inizio della crisi, ALDA ha lavorato costantemente per fornire un aiuto concreto all'Ucraina e alla sua popolazione.


Fin dall'inizio della crisi, ALDA ha lavorato costantemente per fornire un aiuto concreto all'Ucraina, operando insieme alle Agenzie della Democrazia Locale ucraine di Dnipro e Mariupol. Nel suo impegno a rafforzare le Agenzie della democrazia locale, nel giugno 2022 ALDA ha invitato la comunità degli enti locali e delle organizzazioni della società civile alla conferenza “Supporting the Local Democracy Agencies in Ukraine,che si è svolta a Bruxelles. La conferenza aveva lo scopo di fornire un aggiornamento attendibile sulla situazione sul campo in Ucraina, nonché sulle attività svolte da ALDA e di fornire supporto ai civili e alle persone in difficoltà. La conferenza è stata un grande successo e ha sottolineato la volontà di iniziative future, la cooperazione e la potenziale apertura delle Agenzie della democrazia locale di Odessa e Vinnytsia.

Fin dall'inizio della guerra, ALDA ha sempre dimostrato un forte legame con l'Ucraina. Come dichiarato nella sua "Dichiarazione sull'esclusione della Russia dal Consiglio d'Europa" ” e nella sua “"Dichiarazione su Ucraina-Russia", ALDA condanna fermamente la guerra contro l'Ucraina e non smetterà mai di sostenere il Paese e il suo popolo, chiedendo all'Unione Europea un ruolo ancora più impegnato per porre fine all'invasione militare e avviare un processo di pace.

 

🇦🇲 Read the news in Armenian

🇬🇪 Read the news in Georgian

🇷🇴 Read the news in Romanian

🇺🇦 Read the news in Ukrainian