food

Food Wave supports 16 project ideas led by Municipalities and targets Young People, all over Europe!

Call for proposal, networking 

16 Projects were selected for the Food Wave Call for proposals directed to Municipalities and Cities! 

La Food Wave – Empowering Urban Youth for Climate Action is a project co-funded by the European Commission under the Development Education and Awareness Raising Programme and promoted by the Municipality of Milan together with 29 partners across 17 countries. It aims to create awareness of sustainable ways to consume and produce food for climate change mitigation. 

La Onda di cibo Bando completo is coordinated by ALDA with the collaboration of the project partners and in synergy with the Milan Urban Food Policy Pact (MUFPP) and aims to involve smaller youth organizations and local authorities in realizing actions promoting climate-friendly food consumption behaviors. It will fund the selected proposals up to 3.750 Euro, directly involving young people – between 15 and 35 years old – in nine EU countries. 

The main themes that the funded proposals will address are: sustainable diets to reduce the impact on the planet and protect human rights, fight against food waste, sustainable food education and knowledge sharing/dissemination, local alternative food systems, local producer and territorial market, fight against climate change and equal access to healthy, sustainable and fair food. 

The main activities that the municipalities will implement include, among others, communication, promotion of good practices, cooking workshops, thematic visits, flash mobs, awareness-raising public events, initiatives in schools, art contests, and initiatives against food waste.


16 Projects were selected for the Food Wave Call for proposals directed to Municipalities and Cities!


This year, the Food Wave call for proposals took place in two rounds

The first one was held in March and saw the selection of ten projects in five EU countries (Belgium, Italy, Slovenia, Hungary and The Netherlands), particularly related to sustainable diets, food waste, sustainable food education and equal opportunities for access to healthy and fair food. 

The second one was held in June and saw the selection of six projects in six EU countries (Italy, France, Greece, Hungary, Portugal and Spain), mainly focused on promoting sustainable practices, local alternative food systems, and knowledge sharing.

The activities carried out by the municipalities will involve a large number of stakeholders – from Universities and local schools to associations and local CSOs, effectively mobilizing and engaging more than 8.000 young people in their local communities.

Through the territorial actions promoted by the selected applicants, the project is contributing to the SDGs localization and the implementation of the United Nations’ 2030 Agenda, with a specific focus on fighting hunger (SDG 2), contributing to economic growth and decent work opportunities (SDG 8), promoting responsible consumption and production patterns (SDG 12), building sustainable cities and communities (SDG 11) and contributing to the climate action starting from the territorial level (SDG 13). 

The Cities chosen for the first wave of this year’s call are: 

Nome

Country and territory where the project would be implemented
City of SchaerbeekBelgium – Schaerbeek
City of TrentoItaly – Trento
City of PurmerendNetherlands – Purmerend
Municipality of 7th District of BudapestHungary – Budapest area
City of SzobHungary – Szob
City of BenediktSlovenia – Benedikt
City of RazkrižjeSlovenia – Razkrižje
City of EtterbeekBelgium – Etterbeek
City of KungotaSlovenia – Kungota
City of HajdinaSlovenia – Hajdina

 

The Cities chosen for the second wave of this year’s call are:

City of VimianzoSpain – Vimianzo
City of Óbuda-Békásmegyer, Budapest District IIIHungary – Budapest area
City of PollicaItaly – Pollica
City of CampolidePortugal – Campolide
City of Palaio FaliroGreece – Palaio Faliro
City of Ploeuc L’HermitageFrance – Ploeuc L’Hermitage

 


Migration

3rd ALDATalk to exchange ideas on Urban Migration

On 22nd of August ALDA held the 3rd #ALDATalk dedicated to exchange ideas on Urban Migration.

Thank to the expertise of some Members and speakers, this third webinar has been the perfect occasion to further develop knowledge on the strict bond which stands among migration and urbanism: Hence, as already testified by the experience of EPIC -European Platform of Integrating Cities – Project, these two aspects do have lot in common and a holistic approach need to be pursue in order to boost integration.

More in concrete, among the keynote speakers, joining the event:

  • Ms Burcuhan ŞENER, Migration Policy Center Director from Unione Comuni di Marmara (MMU), presented the current migration context in Turkey and specifically in Istanbul and Marmara Region.
  • Ms. Cloé Saint-Nom, Coordinator of the Rights and Justice Unit and Cristina Idone Befecadu shared their best practices in the migration and integration policies and projects based on examples of work of CESIE on the inclusion of migrant women survivors of trafficking


Third ALDATalk: on Urban Migration!


Thus, benefitting from their insights and comments, the audience had the opportunity to learn from the best practices presented; while having the chance to reflect on what should be done in the future to improve the migration and integration policies.

Finally, ALDA would like to thank the members who participated, and looks forward the upcoming Talk!


sister

Sister-Cities Partnerships: Subnational Actors in the Cooperation between the People’s Republic of China and the Republic of North Macedonia

Research on the topic of para-diplomacy, or the cooperation at the local level, using Chinese and Macedonian sister cities as a case study.

Read it here [ENG]Read it here [MK]

desire

How to talk about the Schuman declaration? Discover the DESIRE project!

Discover the various and innovative activities on “Schuman Declaration” done by the DESIRE project partners in Italy, Bulgaria, Portugal, Serbia, North Macedonia, Belgium, Slovenia and Croatia

After many events, meetings, the publication of the e-book and many other activities, DESIRE partners are now sharing another key documents, which collects together a great number of information on the different initiatives implemented within the project.

Willing to know more on “European Remembrance” for example?  Check it here as strand one of the project!



Il progetto DESIRE

DEclaration of Schuman: Initiative for Revitalizing Europe (DESIRE) is a Europe for Citizens funded project. The project aims to raise people and especially youth’s awareness on the historical importance and the meaning of the Declaration of Schuman for the EU. The objective is to actively involve youth in approaching history in a proactive way. Through the co-creation of artistic tools, as videos, theatre, games, audio narratives, partners will accompany groups of youth citizens in re-discovering history and in debating on EU values as intercultural dialogue, peace and solidarity. The consortium is leading by Comune di Lavarone (Italy) and composed by Fondazione Belvedere-Gschwent (Italy), Union of bulgarian black sea local authorities (Bulgaria), Municipio de Valongo (Portugal), Danube 1245 (Serbia), Zdruzenie Institut za razvoj na zaednicata (Former Yugoslav Republic of Macedonia), Administration Communale de Grez-Doiceau (Belgium), The Boter Institute (Slovenia), Kulturni centar Osijek (Croatia), ALDA (France).


Plan

ALDA at the launch event of the Istanbul Vision 2050 Plan: responding to the challenges of globalisation with concrete policies

Questo mese, ALDA è stata invitata da Istanbul Metropolis e dall'Agenzia di pianificazione di Istanbul all'evento di lancio del piano Istanbul Vision 2050 e all'apertura del Campus IPA.

Istanbul 2050 è il nuovo piano strategico e politico previsto dalla città di Istanbul per l'anno 2050 per essere più sostenibile, inclusiva e resiliente. È il risultato di un processo partecipativo, interdisciplinare e scientifico durato più di due anni e realizzato in collaborazione con i cittadini e i vari stakeholder locali, nazionali e internazionali.

Basato sui vari strumenti, tendenze e approcci internazionali in termini di sviluppo sostenibile e adattato alle questioni prioritarie, agli obiettivi e ai potenziali problemi di Istanbul, il piano si concentra su 7 pilastri principali: clima e ambiente, economia trasformativa e resiliente, servizi urbani accessibili ed equi per tutti, spazi vibranti e sensibili che assicurino una buona vita per tutti, mobilità efficace e inclusiva, sistemi infrastrutturali integrati e intelligenti, società equa e libera.

  1. Clima e ambiente,
  2. Economia trasformativa e resiliente,
  3. Servizi urbani accessibili ed equi per tutti,
  4. Spazi vivaci che assicurano una buona vita per tutti,
  5. Mobilità effettiva e inclusiva,
  6. Sistemi infrastrutturali integrati e intelligenti, e
  7. Società equa e libera.


ALDA è stata invitata da Istanbul Metropolis all'evento di lancio del piano Istanbul Vision 2050.


Questo evento è stato quindi una pietra miliare, essendo la prima occasione per presentare il piano ai cittadini e alla comunità internazionale, introdotto da tutti gli attori che vi hanno lavorato e dal sindaco di Istanbul, M. Ekrem İmamoğlu. Tenutosi il 5th e il 6th luglio nel nuovo Campus Florya dell'Agenzia di Pianificazione di Istanbul, l'evento ha riunito centinaia di esperti nazionali e internazionali, numerosi workshop, conferenze, attività ed eventi collaterali e ha raccolto un numero considerevole di partecipanti.

La nostra collega Apolline Bonfils, project officer del dipartimento Medio Oriente e Africa, è intervenuta nel panel "A discussion on The Role of the Cities in Sustainable Development Agenda Beyond 2030" durante il primo giorno dell'inaugurazione, che mirava a identificare le sfide e le opportunità dei quadri internazionali di sostenibilità per le città. La sera e il secondo giorno sono stati dedicati alla presentazione e alla proiezione del Piano Istanbul Vision 2050 da diverse prospettive.

Questo quadro elaborato da Istanbul fornisce un esempio prezioso e concreto per altre città su come adattarsi alle attuali sfide della globalizzazione attraverso politiche efficaci a livello locale. ALDA è grata alla metropoli per averla resa partecipe delle riflessioni su questo piano e invia il suo incoraggiamento a tutti gli attori di Istanbul coinvolti nel suo sviluppo e nella sua attuazione.

Per saperne di più sul Piano Istanbul Vision 2050.

 

***

🇦🇲 Read the news in Armenian

🇬🇪 Read the news in Georgian

🇷🇴 Read the news in Romanian

🇺🇦 Read the news in Ukrainian


Villa Angaran dà il benvenuto ai volontari del Servizio Civile Universale

È iniziato! Con grande entusiasmo il team di ALDA ha accolto a Villa Angaran i volontari selezionati di Lighting Europe Democracy (LED) volunteers,, che si uniranno all'Associazione per i prossimi mesi.

A partire da lunedì 11 luglio 2022, nove giovani neolaureati hanno partecipato a due settimane di formazione approfondita affrontando la maggior parte delle diverse attività e incontrando così diversi colleghi di ALDA.

Da un punto di vista generale, il progetto di quest'anno, sviluppato insieme al Comune di Cremona nell'ambito del programma italiano di "Servizio Civile Universale", si concentra sulla promozione della pace tra i popoli e della cooperazione. I volontari seguiranno quindi come l'obiettivo generale del progetto si traduca in azioni quotidiane all'interno di ALDA.


Villa Angaran sta ospitando corsi di approfondimento per i volontari del Servizio Civile di quest'anno.


In quest'ottica, i corsi di formazione che si stanno svolgendo nella tranquilla e splendida cornice di  Villa Angaran a Bassano del Grappa (Italia), permettono ai partecipanti di saperne di più su:

  • Processi partecipativi
  • Come sviluppare un progetto
  • Come comunicare e diffondere
  • L'aspetto logistico dell'organizzazione delle riunioni dei progetti
  • La gestione finanziaria

Suddivisi in piccoli gruppi di lavoro, i volontari del LED hanno partecipato attivamente alla formazione, redigendo, ad esempio, un piano di comunicazione o il budget di un evento.

Le attività proseguiranno per un'altra settimana, poi i partecipanti ai LED raggiungeranno gli uffici ALDA di Bruxelles, Strasburgo e Skopje. Il team di ALDA augura il meglio, in attesa di novità e aggiornamenti!

 

***
🇦🇲 Read the news in Armenian

🇬🇪 Read the news in Georgian

🇷🇴 Read the news in Romanian

🇺🇦 Read the news in Ukrainian


Gdansk

Gdansk welcomes CAMELOT: urban and metropolitan EU cohesion policies

On the 4th and 5th of July, CAMELOT partners gathered in Gdansk (Poland) for the Steering committee and the international conference at the European Solidarity Centre (ESC).

On the first day, the meeting was structured as a roundtable where all the partners shared their experience on urban and metropolitan EU cohesion policies, mainly by talking about the actions undertaken to tackle climate change and its consequences. 

The following day, CAMELOT partners joined the 3rd Pomeranian Climate Solidarity Forum in the ESC. The forum was  devoted to energy transition, environmental issues, renewable energy sources and adaptation to climate change. The forum began by talking of the current war in Ukraine and its implication in the energy sector.


In Gdansk to experience on urban and metropolitan EU cohesion policies


In the introduction, the Secretary General of ALDA, Ms. Antonella Valmorbida, took part in the panel discussion alongside the Mayor of Gdansk, Ms. Aleksandra Dulkiewicz. Valmorbida talked about the role of Local Democracy Agencies in Ukraine and the importance of European solidarity to the country, then she explained how ALDA and its network are bringing EU funded projects to Ukraine and how to keep fostering the alliance. The forum continued with 3 debates on:

  • winter energy, 
  • climate change in metropolitan areas (in which the CAMELOT project described its outcome) and 
  • climate impact on agriculture.

Overall, the meeting was a successful moment of mutual exchange among partners on how to localise at metropolitan level the cohesion policy.


Turkey

Delegation from Türkiye visiting Austrian and Croatian institutions

From the 12th to the 18th of June 2022, a delegation of high level officials from national and Local Authorities (LAs) from Türkiye, participated in the cross-border study visit on local governance-related issues in Austria and Croatia.

Organized by ALDA +  and UNDP Türkiye, and  within the framework of LAR III Project, this third study visit enabled the participants to deepen their knowledge on local administration capacity of the two-above mentioned EU Member States; benefiting from several meetings with Austrian and Croatian high level representatives from Ministries, Regional and Local Authorities.

La visita è iniziata da Vienna. Durante il primo giorno, la delegazione ha ricevuto l'udienza del Ministro federale delle Finanze e del Ministro federale delle Arti, della Cultura, dei Servizi e dello Sport.. Il giorno successivo sono stati accolti nella splendida sede della città di Vienna prima di trasferirsi a Graz.


Within LAR III project, the delegation from Türkiye visited Austria and Croatia institutions


Qui, ad esempio, la delegazione turca ha avuto l'opportunità di incontrare i rappresentanti della città di Graz e della Provincia di Stiria. Questi ultimi hanno condiviso esempi di buone pratiche ed esperienze nel campo della gestione delle prestazioni, nonché le attività di lobbying austriache a Bruxelles, offrendo al contempo una visita guidata per le vie del centro storico medievale.

Inoltre, per concludere in bellezza, Pola ha ospitato gli incontri finali con le autorità locali croate. Il direttore del Coordinamento regionale della Contea istriana per i programmi e i fondi europei e un rappresentante dell'Agenzia di sviluppo istriana hanno accolto la delegazione turca di LAR III, fornendo buone conoscenze e strumenti sulla governance locale partecipativa.

Finally, participants traveled to Zagreb where they exchanged experiences with representatives from the Ministry of Justice and Administration, the City of Zagreb and while meeting the President of Croatian-Turkish Friendship Association and visiting the exhibition for 30 years of Cooperation between Türkiye and Croatia.

Nel complesso, è stata una settimana approfondita, molto utile e intensa... ma sicuramente un'esperienza arricchente!

***

🇦🇲 Read the news in Armenian

🇬🇪 Read the news in Georgian

🇷🇴 Read the news in Romanian

🇺🇦 Read the news in Ukrainian


Real

Stavljanje građana u srce zelene i pravedne tranzicije kako bismo postigli PRAVI DEAL i za ljude i za planetu

REAL DEAL è un progetto di ricerca recentemente avviato, finanziato dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020, che mira a rimodellare la partecipazione attiva dei cittadini e degli stakeholder intorno al Green Deal (EGD)..

Partendo dalle recenti esperienze di processi deliberativi paneuropei, come la Conferenza sul futuro dell'Europa , il principale obiettivo di ricerca di REAL DEAL è analizzare, testare e validare strumenti, formati e processi innovativi di partecipazione e deliberazione dei cittadini nel contesto della transizione verde e giusta.

I partner della ricerca hanno iniziato a gettare le basi concettuali per un futuro protocollo per il processo decisionale deliberativo a livello europeo e nazionale nel contesto dell'European Green Deal. A questo seguirà un test e una validazione di formati e strumenti deliberativi innovativi in 13 Paesi e a livello europeo, compresi eventi e processi digitali, ibridi e fisici.


Iscriviti qui qui e unisciti alla comunità #RealDealEu!


Parallelamente, i partner di REAL DEAL hanno iniziato a identificare e mobilitare una rete paneuropea di stakeholder, con più di 500 organizzazioni che lavorano nei settori della democrazia deliberativa e dell'azione per il clima in tutta Europa. Il primo incontro di questa rete di stakeholder si è svolto durante il “Civil Society Forum for Sustainability: Shaping the European Green Deal” che ha avuto inizio il 9 giugno a Bruxelles (Belgio).

Il progetto ha un approccio transdisciplinare dedicato, un co-capofila nel coordinamento del progetto e una co-creazione dell'intero lavoro fin dall'inizio e per tutto il tempo: dalla proposta alla definizione delle domande di ricerca, dal lavoro nei pacchetti di lavoro e nei compiti fino alla revisione interna, tutto è fatto in collaborazione tra ricercatori e organizzazioni della società civile. Dal punto di vista della sensibilizzazione dei cittadini, REAL DEAL si propone di coinvolgere i cittadini e le altre parti interessate costruendo una comunità di europei che promuovano la partecipazione e la deliberazione nella transizione verde e giusta. L'hub digitale dove i cittadini possono essere coinvolti e agire è: www.realdeal.eu.

Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi della ricerca e delle attività di sensibilizzazione dei cittadini, REAL DEAL riunisce 16 (sedici) partner, tra cui ricercatori sulla democrazia deliberativa  e le maggiori organizzazioni della società civile europea (CSOs). 

Il progetto è coordinato congiuntamente dall'Institute for Advanced Sustainability Studies (IASS), un'organizzazione di ricerca, e dall'European Environmental Bureau (EEB), un'organizzazione della società civile. 

Il progetto di ricerca REAL DEAL prevede: 

  • Ricercatori e operatori della democrazia deliberativa provenienti da un'ampia gamma di settori, tra cui gli studi sulla sostenibilità, la democrazia partecipativa, i diritti ambientali e la legge sulla partecipazione pubblica, l'etica e l'innovazione responsabile, gli studi di genere e l'ecofemminismo, la psicologia, la geografia, la pianificazione urbana.
  • Le più grandi reti della società civile europea che si occupano di ambiente, clima, sviluppo sostenibile, diritti delle donne, democrazia locale ed europea e organizzazione giovanile per l'ambiente.

ALDA sta cercando di implementare questo progetto, promuovendo al contempo la partecipazione attiva alla transizione verde!

 

***
🇦🇲 Read the news in Armenian

🇬🇪 Read the news in Georgian

🇷🇴 Read the news in Romanian

🇺🇦 Read the news in Ukrainian


Vimianzo

#EuSAVE: 6° evento internazionale a Concello de Vimianzo, Spagna

Dal 28 giugno al 1° luglio 2022 i partner del progetto #EuSAVE project hanno tenuto il 6° evento internazionale in Spagna a Concello de Vimianzo. L'incontro è stato organizzato da quest'ultimo, che è anche il leader del progetto. Il titolo dell'incontro era "Designing new and innovative joint development strategies for EU smart and sustainable historic villages". Il progetto comprende partner provenienti da Italia, Croazia, Portogallo, Macedonia settentrionale, Lettonia e Bulgaria:

Il primo giorno i partner sono stati invitati a una cena di benvenuto, alla quale ha partecipato anche la sindaca di Concello di Vimianzo Rodríguez Ordóñez.

The morning of the second day, the 29th of June 2022, was dedicated to the 6th transnational coordination meeting which took place at the house of culture in Vimianzo.

La mattina del secondo giorno, il 29 giugno 2022, è stata dedicata al 6° incontro di coordinamento transnazionale che si è svolto presso la Casa della Cultura di Vimianzo. Nel pomeriggio il gruppo si è immerso nel patrimonio culturale e naturale della Costa della Morte visitando la chiesa di San Giacomo di Cereixo, i mulini di O Mosquetín e le località costiere di Fisterra e Muxía. Il pranzo all'aperto è stato accompagnato da una performance musicale della nota cantante galiziana Inma Macías . L'associazione de Corcubión composta da immigrati galiziani che vivono in Argentina, ha partecipato ad alcune delle attività dell'evento internazionale.


"Progettare nuove e innovative strategie di sviluppo congiunto per i borghi storici intelligenti e sostenibili dell'UE" al centro dell'incontro EuSAVE a Concello de Vimianzo


Il 30 giugno alcuni partner hanno passeggiato nel mercato del paese di Vimianzo al mattino, mentre l'Info Day transnazionale si è svolto nella Casa della Cultura per tutto il pomeriggio. La sindaca di Vimianzo Mónica Rodríguez Ordóñez ha iniziato ufficialmente con le parole di benvenuto, seguite dalle presentazioni di ogni Paese partner sul progetto, i suoi risultati, un itinerario virtuale attraverso ogni territorio e le lezioni apprese. A nome di ALDA, Alessia Marzotto e and Ingrid Nazarenus hanno tenuto una presentazione sul ruolo di ALDA nel progetto #EuSAVE.

La Giornata informativa transnazionale è proseguita con una presentazione del patrimonio culturale di Vimianzo tenuta dall'esperto di beni culturali Manuel Rias Santos . Dopo un banchetto medievale nel castello di Vimianzo e un'esibizione musicale spontanea dell'associazione Partido de Corcubión, la Giornata informativa transnazionale è proseguita con la presentazione del Cammino di Santiago in Galizia e nella Costa della Morte da parte del giornalista e storico Antón Pombo.

Altre presentazioni hanno riguardato le "Iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale della Costa della Morte" da parte del vicepresidente del Cluster del Turismo Jesús Picallo Galizia Jesús Picallo , l'importanza del patrimonio nel turismo rurale" da parte del presidente di FEGATUR Francisco Xabier Alumíñaña Chorén e le "Iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale della Ribeira Sacra" da parte della direttrice del Consorzio turistico Alexandra Seara Sobrino.

Durante la colazione tematica dell'ultimo giorno dell'incontro internazionale, il 1° luglio 2022, i partner del progetto hanno imparato a conoscere il tipico finger food galiziano "Pinchos Irmandiños" ños” da Carlos Gómez. Successivamente, i partner si sono incontrati nella Casa della Cultura. Il Comune di Bolyarovo ha presentato "Strategie congiunte per borghi storici intelligenti e sostenibili nell'UE", dopodiché /span> Cecilia Meledandri e Silvia Piccoli di ALDA hanno parlato di "Il nuovo quadro finanziario pluriennale 2021-2027 e l'UE di nuova generazione. Processi su misura di diversa durata".

Dopo una pausa caffè, il workshop transnazionale è proseguito con una presentazione del Comune di Vimianzo sul "Piano di sostenibilità e trasferimento della rete #EuSAVE" e un workshop sulle proposte per la continuità e la sostenibilità della rete #EuSAVE. L'evento internazionale del progetto si è concluso con una cena di saluto in costume e un concerto nel borgo di Vimianzo.

 

***
Maggiori informazioni sul progetto #EuSAVE sono disponibili sul sito web e sulle pagine Facebook e Instagram del progetto:

 

***
🇦🇲 Read the news in Armenian

🇬🇪 Read the news in Georgian

🇷🇴 Read the news in Romanian

🇺🇦 Read the news in Ukrainian